Tutela dai fallimenti immobiliari: il decreto attuativo in attesa di pubblicazione in G.U.

La Legge 2 agosto 2004, n. 210 (pubblicata nella G.U. n. 189 del 13.08.2004) ha introdotto un sistema di garanzie per tutelare gli acquirenti di immobili da costruire che, per diventare pienamente operativo, richiede l’emanazione di decreti legislativi attuativi.

La Legge 2 agosto 2004, n. 210 (pubblicata nella G.U. n. 189 del 13.08.2004) ha introdotto un sistema di garanzie per tutelare gli acquirenti di immobili da costruire che, per diventare pienamente operativo, richiede l’emanazione di decreti legislativi attuativi.
Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 18 febbraio 2005, aveva provveduto ad approvare in prima lettura uno schema di decreto attuativo predisposto dai Ministeri interessati e sentite le organizzazioni e le parti sociali coinvolte.
Il testo licenziato dal Governo, rivisto e modificato in alcune parti, è stato approvato in via definitiva ed è ora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Le disposizioni del provvedimento varato dal governo tutelano:

  • chi ha acquistato un immobile ancora da costruire;
  • chi ha stipulato un contratto (compreso quello di leasing) che consente il trasferimento della proprietà o della titolarità di un diritto reale di godimento su un immobile da costruire;
  • chi, sebbene non socio, abbia assunto obbligazioni con una cooperativa edilizia per ottenere l’assegnazione in proprietà di un immobile da costruire.

Ricordiamo i punti salienti del sistema di garanzie introdotto dalla Legge 210/2004:

  • il costruttore dovrà consegnare all’acquirente una fideiussione (di importo pari al prezzo pattuito meno le eventuali somme erogate da un soggetto mutuante) e fornire garanzie per il risarcimento di vizi e difformità che si manifestino successivamente all’atto di compravendita;
  • introduzione di una nuova disciplina del contratto preliminare con individuazione di una serie di elementi tra cui: caratteristiche tecniche dell’immobile (tipologia dei materiali, modalità di esecuzione, planimetria dell’immobile, etc.);
  • istituzione di un fondo di solidarietà a favore di coloro i quali sono rimasti coinvolti in fallimenti immobiliari a decorrere dal 31 dicembre 1993.

Il decreto in attesa di pubblicazione introduce, inoltre, dei limiti all’attuabilità dell’azione revocatoria fallimentare.
Il provvedimento, ovviamente, entrerà in vigore dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

DocumentoDimensioneFormato
Legge 2 agosto 2004 n. 210158 KbACCAreader
Testo del Decreto in attesa di pubblicazione51 KbPDF

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *