rinnovabili1

Titoli di Efficienza Energetica (certificati bianchi): nuovi chiarimenti del GSE sulle biomasse

I certificati bianchi, anche noti come “Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), sono titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi energetici negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento di efficienza energetica.

I certificati bianchi, anche noti come “Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), sono titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi energetici negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento di efficienza energetica.

l sistema dei certificati bianchi è stato introdotto nella legislazione italiana dai decreti ministeriali del 20 luglio 2004 e s.m.i. e prevede che i distributori di energia elettrica e di gas naturale raggiungano annualmente determinati obiettivi quantitativi di risparmio di energia primaria, espressi in Tonnellate Equivalenti di Petrolio risparmiate (TEP).

Un certificato equivale al risparmio di energia primaria di una Tonnellata Equivalente di Petrolio (TEP).
Le aziende distributrici di energia elettrica e gas possono assolvere al proprio obbligo realizzando progetti di efficienza energetica che diano diritto ai certificati bianchi oppure acquistando i TEE da altri soggetti sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica.

Il GSE ha pubblicato nuove FAQ nell’ambito del meccanismo dei certificati bianchi, relative a

  • biomasse: chiarimenti sulle tecnologie e tipologie di biomassa ammissibili
  • ambiti di applicabilità e documentazione da fornire per la presentazione di progetti
  • eleggibilità al meccanismo dei Certificati Bianchi di interventi di adeguamento a specifici obblighi previsti dalla normativa regionale

Clicca qui per accedere alle FAQ del GSE sui Certificati Bianchi

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *