SISTRI, dal Ministero la nuova guida a "Gestione azienda"

Testo unico Sistri, in Gazzetta il regolamento con le procedure semplificate

Testo unico Sistri: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con le nuove regole per la tracciabilità dei rifiuti in vigore dall’8 giugno

E’ stato pubblicato su Gazzetta Ufficiale (24 maggio 2016) il nuovo Testo unico Sistri per la tracciabiltà dei rifiuti, con l’obiettivo di garantire un maggior controllo della movimentazione dei rifiuti speciali.

Si tratta del dm 30 marzo 2016, n. 78, che entrerà in vigore l’8 giugno 2016 e sostituirà il precedente dm 52/2011.

In linea generale il testo riprende l’impianto precedente, chiarisce una serie di importanti problematiche emerse nel tempo ed introduce semplificazioni relativamente alla comunicazione dei dati da parte degli operatori.

Ecco gli argomenti principali trattati nel provvedimento:

  • obblighi derivanti dall’applicazione del Sistri
  • procedure speciali
  • disposizioni procedimentali
  • modalità operative semplificate
  • catasto dei rifiuti
  • disposizioni transitorie, finali e abrogazioni

Inoltre, sono presenti i 2 allegati relativi a

  • contributi Sistri e costi dei dispositivi
  • oneri introdotti

Decreti attuativi Sistri

Il nuovo regolamento stabilisce che con uno o più decreti del Ministro dell’ambiente sono definite le procedure operative necessarie per l’accesso al Sistri, l’inserimento e la trasmissione dei dati, nonché quelle da applicare nei casi in cui si richiedano disposizioni differenziate o specifiche.

Con le stesse modalità si procede alla revisione dei contributi a carico dei soggetti che aderiscono al Sistri su base volontaria, che sono stabiliti in misura ridotta rispetto agli importi dovuti dai soggetti obbligati per le analoghe categorie di riferimento.

 

 

Clicca qui per scaricare il dm 30 marzo 2016, n. 78

Clicca qui per accedere al portale informativo Sistri

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] 2016 sono in vigore le nuove regole per la tracciabilità dei rifiuti, il […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *