Tax credit digitalizzazione turistica, il 27 e 28 febbraio il click day

Tax credit digitalizzazione turistica, al via la presentazione delle domande per l’accesso al credito d’imposta del 30%. Istruzioni e modalità per l’invio dell’istanza

Le strutture ricettive, agenzie di viaggio e tour operator che nel 2016 hanno sostenuto spese per la digitalizzazione possono beneficiare della tax credit, anche per l’anno 2017.

Tax credit digitalizzazione turistica, cos’è

L’art.9 del dl 83/2014 e il dm 12 febbraio 2015 hanno introdotto un credito d’imposta pari al 30% delle spese sostenute per la digitalizzazione turistica.

I beneficiari

I soggetti beneficiari sono gli esercizi ricettivi che svolgono in via non occasionale la propria attività, in particolare:

  • esercizio ricettivo singolo
    • strutture alberghiere con almeno 7 camere per il pernottamento degli ospiti (alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, condhotel e marina hotel)
    • strutture extra-alberghiere (affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per le vacanze, residence, case per ferie, bed & breakfast, rifugi montani)
  • esercizi ricettivi aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari
  • agenzie di viaggio e tour operator

Sono esclusi gli agriturismi.

Le spese ammesse

I servizi che hanno diritto allo sconto fiscale sono:

  • acquisto e installazione di modem/router e/o dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale) per impianti wi-fi (dotati di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s)
  • acquisto di software e applicazioni per siti web ottimizzati per il sistema mobile
  •  acquisto software e/o hardware (server, hard disk) per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti
  •  contratto di fornitura spazi web e pubblicità on line per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate
  •  contratto di fornitura di prestazioni e di servizi per spese relative a servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale
  •  contratto di fornitura di prestazioni e di servizi e/o acquisto di software per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità
  •  contratto di fornitura di prestazioni e servizi (docenze e tutoraggio) per servizi relativi alla formazione del  titolare o del personale dipendente

La domanda

Per poter richiedere la tax credit è necessario presentare domanda per via telematica al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, tramite il Portale dei Procedimenti.

I documenti da allegare alla domanda sono:

  • dichiarazione, da parte dell’imprenditore, degli interventi effettuati
  • attestazione dell’effettivo sostenimento delle spese relative
  • dichiarazione relativa ad altri aiuti “deminimis” eventualmente fruiti

I tempi

Il legale rappresentante dell’impresa, non ancora iscritto, può registrarsi sul Portale dei Procedimenti dalle ore 10:00 del 9 febbraio 2017 fino alle ore 16:00 del 23 febbraio 2017.

Le risorse sono assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande mediante il click day, previsto dalle ore 10:00 del 27 febbraio 2017 alle ore 16:00 del 28 febbraio 2017.

Entro 60 giorni dalla presentazione dell’istanza, il Ministero comunica il riconoscimento o il diniego dell’agevolazione.

 

Clicca qui per accedere all’avviso pubblico

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *