Immagine categoria varie e brevi

TASI, arriva il modello unico nazionale

Tasi, in arrivo il modello unico nazionale di pagamento come indicato nella Risoluzione del MEF 3/DF del 25 marzo 2015

Il modello di dichiarazione TASI deve essere unico e valido su tutto il territorio nazionale.

Lo ha ribadito il Dipartimento delle Finanze che, con la Risoluzione 3/DF del 25 marzo 2015, fa chiarezza in merito alla dichiarazione relativa alla tassa sui servizi indivisibili (TASI), dovuta dal possessore e dall’utilizzatore dell’immobile.

A seguito delle richieste di chiarimento giunte dai Comuni per conoscere le modalità da seguire nella predisposizione dei modelli, il Ministro dell’economia e delle finanze ha evidenziato la necessità di disporre di un unico modello di dichiarazione valevole per l’intero territorio nazionale.

Il Dipartimento delle Finanze chiarisce che al Comune è demandato esclusivamente l’onere di mettere a disposizione il modello ma non anche di predisporlo: infatti, la legge stabilisce espressamente che “ai fini della dichiarazione relativa alla TASI si applicano le disposizioni concernenti la presentazione della dichiarazione dell’IMU”.

Pertanto, al fine di rendere omogenee le informazioni da indicare nei singoli modelli ed evitare che ogni Comune produca un modello proprio, il modello da utilizzare per la dichiarazione dovrà essere quello approvato con Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze.

 

Clicca qui per scaricare la Risoluzione 25 mrzo 2015, n. 3/DF

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *