Tariffe professionali e lavori pubblici: le posizioni di CNI, CNAPP e OICE

Il D.L. 223/2006, convertito con la L. 248/2006, (Bersani) ha sancito (art. 2) l’abrogazione delle tariffe obbligatorie fisse o minime per tutte le professioni.

Il D.L. 223/2006, convertito con la L. 248/2006, (Bersani) ha sancito (art. 2) l’abrogazione delle tariffe obbligatorie fisse o minime per tutte le professioni.
Per effetto delle disposizioni del citato articolo le parcelle sono divenute negoziabili fra le parti e possono essere legate al risultato della prestazione.
Gli Ordini Professionali (Consiglio nazionale degli Architetti e Consiglio Nazionale degli Ingegneri) sostengono che le tariffe previste dal D.M. LL.PP. 4.4.2001 continuano ad essere vigenti in virtù dell’espresso richiamo del Codice dei Contratti (art. 92 e art. 253).
Di parere contrario è l’ O.I.C.E (Associazione delle organizzazioni di ingegneria, architettura e di consulenza tecnico-economica) che le ritiene superate dall’articolo 2 del decreto Bersani.

Documento Dimensione Formato
Codice degli Appalti – TESTO DEFINITIVO PUBBLICATO IN G.U. 1,18 Mb PDF
Codice degli Appalti – ALLEGATI – Parte I 2,02 Mb PDF
Codice degli Appalti – ALLEGATI – Parte II 2,34 Mb PDF
Determinazione del C.N.A.P.P. 89 Kb PDF
Rapporto del Centro Studi del C.N.I. 396 Kb PDF
Comunicato Stampa dell’OICE 73 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *