Inedificabilità all’interno delle fasce di rispetto autostradali

Il Tar Emilia ribadisce che all’interno delle fasce di rispetto autostradali vige un vincolo di inedificabilità assoluta indipendentemente dalle caratteristiche dell’opera

Con la sentenza n. 710/2019 del Tar di Bologna viene affrontato il tema dell’edificazione all’interno delle fasce di rispetto autostradali.

I fatti in breve

Gli eredi di un proprietario di un terreno si vedono respingere dal Comune una domanda di condono edilizio che aveva presentato il genitore oramai defunto. Il respingimento della domanda derivava da un parere negativo reso da Autostrade del Brennero s.p.a.

L’edificio oggetto di condono, secondo il Comune e secondo la società autostrade, ricadeva all’interno della fascia di rispetto autostradale.

Secondo i proprietari invece:

il vincolo di rispetto autostradale è stato posto successivamente alla data di commissione dell’abuso edilizio, con la conseguenza che non era necessario che il Comune chiedesse il parere ad Autostrada del Brennero s.p.a.

La sentenza del Tar

Il Collegio osserva che il ricorso non merita accoglimento. Infatti i giudici concordano con il Comune, secondo cui:

risulta palesemente errata la tesi dei proprietari incentrata sulla ritenuta posteriorità dell’imposizione del vincolo di rispetto autostradale ricadente sull’area in cui sorgono le opere abusive oggetto di domanda di condono edilizio rispetto alla data dell’abuso stesso.

Secondo il Tar, Autostrada del Brennero s.p.a. ha prodotto documentazione comprovante l’apposizione del suddetto vincolo relativo alla fascia di rispetto autostradale già in data 14 aprile 1966 con il dm n. 750, con il quale fu approvato il progetto esecutivo dell’opera pubblica autostradale che venne dichiarata di pubblica utilità, nonché urgente ed indifferibile.

Il vincolo di inedificabilità

Secondo il consolidato orientamento della giurisprudenza amministrativa, il vincolo delle fasce di rispetto comporta un divieto assoluto di costruire in base al quale, indipendentemente dalle caratteristiche dell’opera realizzata e dalla necessità di accertamento in concreto dei rischi per la circolazione stradale, sono inedificabili le aree site in fascia di rispetto stradale o autostradale.

Tale vincolo opera direttamente e automaticamente; per cui, una volta attestata in concreto la violazione del vincolo di inedificabilità, l’amministrazione può emettere solo un parere negativo sull’istanza di condono (v. ex multis: Cons. Stato, sez. VI, 19/10/2018 n. 5985).

 

Clicca qui per scaricare la sentenza

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *