Immagine categoria approfondimenti tecnici

Studi di settore: cosa sono e come comunicare i dati

Software, guide e modelli per orientarsi.

Gli studi di settore sono uno strumento che il Fisco utilizza per rilevare la capacità produttiva di liberi professionisti, lavoratori autonomi e imprese. Vengono elaborati mediante analisi economiche e tecniche statistico-matematiche, consentendo di stimare i ricavi o i compensi che possono essere attribuiti al contribuente.

Gli studi di settore sono utilizzati dal contribuente per verificare, in fase dichiarativa, il posizionamento rispetto alla congruità (il contribuente è congruo se i ricavi o i compensi dichiarati sono uguali o superiori a quelli stimati dallo studio, tenuto conto delle risultanze derivanti dall’applicazione degli indicatori di normalità economica) e alla coerenza (la coerenza misura il comportamento del contribuente rispetto ai valori di indicatori economici predeterminati, per ciascuna attività, dallo studio di settore), e dall’Amministrazione finanziaria quale ausilio all’attività di controllo.

L’introduzione degli studi di settore in Italia è iniziata il 30 agosto 1993 e si è di anno in anno arricchita di nuove tabelle relative alla grande maggioranza dei settori di attività. Per consentire ai contribuenti e ai consulenti fiscali di gestire la varietà e la complessità dei dati richiesti per ciascun tipo di studio di settore, ogni anno viene messa a disposizione una procedura software, chiamata Gerico.

È stata resa disponibile dall’Agenzia delle Entrate il 10 giugno 2011 l’attesa versione ufficiale del software di compilazione degli studi di settore, GERICO. 2011, che consente di verificare la congruità per i 206 studi di settore in vigore per il periodo d’imposta 2010. Sono stati pubblicato anche i 206 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore relativi alle attività economiche nel settore delle manifatture, dei servizi, delle attività professionali e del commercio da utilizzare per l’annualità 2010.

I modelli per la comunicazione devono essere trasmessi per via telematica unitamente alla dichiarazione dei redditi UNICO 2011.
La trasmissione dei dati all’Agenzia deve essere effettuata direttamente, attraverso il servizio telematico Entratel o Internet (Fisconline), o avvalendosi degli incaricati di cui all’art. 3 del DPR n. 322/98.
Nel caso dei soggetti incaricati della trasmissione telematica, questi comunicano al contribuente i dati relativi all’approvazione degli studi di settore, compresi quelli relativi al calcolo della congruità e coerenza, utilizzando i modelli o un prospetto, contenente tutti i dati trasmessi, conformi per struttura e sequenza ai modelli approvati.

Clicca qui per scaricare il software GERICO 2011
Clicca qui per scaricare la guida a GERICO 2011
Clicca qui per scaricare i modelli per la comunicazione

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *