Stima e contabilità dei costi della sicurezza

Il Comitato Interprofessionale Sicurezza Cantieri della Provincia di Udine (CISC Udine) ha curato la redazione di un documento dal titolo “Criteri di individuazione, analisi, computo e pagamento dei costi della sicurezza”.

È noto cha la normativa italiana, nell’ambito dei cantieri temporanei e mobili, sia pubblici che privati, prevede il divieto di assoggettare a ribasso d’asta i costi della sicurezza.
Nonostante dall’introduzione di tali disposizioni siano passati più di 10 anni i coordinatori, per la progettazione e per l’esecuzione, spesso non sono in grado di avere la certezza di operare correttamente, nel pieno rispetto della normativa.

Per questa ragione il Comitato Interprofessionale Sicurezza Cantieri della Provincia di Udine (CISC Udine) ha curato la redazione di un documento dal titolo “Criteri di individuazione, analisi, computo e pagamento dei costi della sicurezza”.

È nelle intenzioni degli autori, con questo documento, fornire un supporto nella individuazione, computazione e calcolo dei costi della sicurezza nei cantieri pubblici e privati sottolineando la necessità di un’attività integrata tra coordinatore in fase di progettazione, progettista e normativa vigente.

Questi alcuni dei temi trattati nel documento:

  • Quando e chi calcola i costi della sicurezza (sia nel caso di opere pubbliche che opere private)
  • Come si individuano i costi della sicurezza
  • Come si pagano i costi della sicurezza
  • Necessità di una attività integrata tra coordinatore – progettista – d.l.

Clicca qui per scaricare il documento CISC Udine “Criteri di individuazione, analisi, computo e pagamento dei costi della sicurezza”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *