Andamento mercato immobiliare, le statistiche OMI dell’ultimo trimestre 2018

Statistiche OMI: Milano, Roma e Bologna al top per il mercato immobiliare residenziale; trend positivo anche per il mercato immobiliare non residenziale

Il mercato immobiliare residenziale continua a mostrare, dal 2014, un andamento positivo: 15 i trimestri consecutivi nei quali mostra un’espansione.

Segnali positivi arrivano anche dal mercato immobiliare non residenziale che registra nei primi nove mesi del 2018 un aumento del 4.4% rispetto il 2017.

Questi i principali dati riportati nella nota trimestrale del settore residenziale e non, aggiornata al quarto trimestre del 2018, redatta dall’OMI, Osservatorio del Mercato Immobiliare, dell’Agenzia delle Entrate.

Le statistiche trimestrali, pubblicate come da calendario nel trimestre successivo a quello di riferimento, rappresentano una sintesi dell’andamento dei mercati immobiliari a scala nazionale, con dettagli per aree, capoluoghi e grandi città.

Statistiche IV trimestre 2018 – residenziale

Le statistiche contengono, in pratica, i dati desunti dalle note di trascrizione degli atti di compravendita, registrati presso gli uffici di pubblicità immobiliare dell’Agenzia, incrociati con gli archivi del catasto edilizio urbano.

Oggetto della statistica trimestrale del mercato residenziale sono le quantità di beni scambiati in termini di numero di transazioni normalizzate (NTN), che indicano il numero di unità abitative compravendute per quota di proprietà con riferimento all’intero territorio nazionale.

Le abitazioni per aree territoriali

Il mercato residenziale mostra, quindi, una crescita un’espansione, con un tasso di crescita tendenziale del 9,3%, il più alto degli ultimi due anni.

In particolare, la crescita più marcata si conferma nel:

  • Nord Est con +12,5%
  • nel Centro con +12,4%
  • le isole crescono più della media nazionale con +10,5%
  • il Sud è l’area che si espande meno con +4,3%

Il report delle Entrate segnala, inoltre, che la crescita tendenziale dei Comuni capoluogo (+10%), contrariamente a quella rilevata nel trimestre precedente, risulta leggermente superiore a quella dei comuni minori (+9%; tale dinamica è interamente concentrata nella macro area del Nord Ovest.

Le grandi città e le case

L’analisi dei dati riferiti alle 8 principali città per dimensione demografica, mostra un trend di crescita a Milano, con +9,5%, e Roma, con +10,9%, che migliora il risultato del III 2018.

Tassi tendenziali di crescita elevati risultano a Bologna, +20,9%, e a Palermo, +18,5%. Si evidenzia, invece, il leggero rallentamento registrato a Genova e Firenze.

In termini di superficie compravendutala crescita più sostenuta ha caratterizzato il comparto delle abitazioni di superficie inferiore a 50 mq (+10,8%), soprattutto al Nord e nelle isole; tuttavia, il 60% degli scambi continua a riguardare gli immobili trai  50 e 115 m².

Depositi pertinenziali

In riferimento ai depositi pertinenziali, per lo più costituiti da cantine e soffitte, si conferma la dinamica positiva in termini di volume di compravendite (+7%), seppure con un leggero rallentamento rispetto al trimestre precedente (+9,1%).

In termini assoluti, il volume di compravendite più elevato si registra ancora a Roma, al secondo posto Milano e spicca anche il tasso di crescita della città di Torino (+45,3%).

Box e posti auto

Prosegue l’espansione anche per il mercato di box e posti auto (+9,3% tendenziale), che nel quarto trimestre 2018 supera le 100 000 unità compravendute.

In crescita il volume di compravendite di box e posti auto anche nelle 8 principali città; le uniche eccezioni sono rappresentate da Napoli, con un calo prossimo al -30%, e Milano in flessione del -4,8%.

Statistiche IV trimestre 2018 – Non residenziale

Oggetto delle statistiche riguardo immobili non residenziali è la quantità di beni scambiati in termini di numero di transazioni normalizzate (NTN), che indicano il numero di unità immobiliari compravendute per quota di proprietà con riferimento all’intero territorio nazionale.

Settore terziario-commerciale

Il mercato del settore terziario-commerciale è tornato ad espandersi nel quarto trimestre, segnando un incremento tendenziale delle compravendite su scala nazionale pari al +5,8%, sfiorando il tetto delle 30 000 unità compravendute.

Settore produttivo

Segno positivo anche il settore produttivo (PRO), costituito prevalentemente da capannoni e industrie; in particolare: 3 858 unità compravendute.

Settore produttivo agricolo

Sostanzialmente stabile risulta nel IV trimestre 2018 il numero di scambi per il settore produttivo agricolo (AGR), corrispondente alla categoria catastale D/10.

Altre destinazioni

Infine, le unità immobiliari relative al mercato non residenziale e non rientranti nei precedenti settori, hanno registrato un volume di compravendite pari a 18 341 NTN, con il +7,8%. Oltre il 97% delle unità immobiliari interessate appartiene alle categorie catastali del gruppo F.

 

Clicca qui per scaricare le statiche residenziali

Clicca qui per scaricare le statiche non residenziali

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *