Soglie di rilevanza UE: dal 1° gennaio in vigore le modifiche

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa / Salva PDF

Pubblicati i regolamenti europei che modificano le soglie di rilevanza comunitaria: 5.350.000 di euro per gli appalti pubblici di lavori e concessioni

Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 31 ottobre 2019 sono stati pubblicati i regolamenti della Commissione (UE) 2019/1827, (UE) 2019/1828, (UE) 2019/1829 e (UE) 2019/1830, che modificano dal 1° gennaio 2020 le soglie di rilevanza comunitaria previste per l’aggiudicazione degli appalti e delle concessioni fissate, rispettivamente, dalle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE, 2014/25/UE e 2009/81/CE.

Le nuove soglie di rilevanza UE

Per effetto dei sopra richiamati regolamenti, dal 1 gennaio 2020 le soglie di rilevanza comunitaria di cui all’articolo 35, commi 1 e 2, del Codice appalti (dlgs n. 50/2016) sono le seguenti:

– appalti nei settori ordinari e concessioni:

  1. euro 5.350.000 per gli appalti pubblici di lavori e per le concessioni;
  2. euro 139.000 per gli appalti pubblici di forniture, di servizi e per i concorsi pubblici di progettazione aggiudicati dalle amministrazioni aggiudicatrici che sono autorità governative centrali indicate nell’allegato III; se gli appalti pubblici di forniture sono aggiudicati da amministrazioni aggiudicatrici operanti nel settore della difesa, questa soglia si applica solo agli appalti concernenti i prodotti menzionati nell’allegato VIII;
  3. euro 214.000 per gli appalti pubblici di forniture, di servizi e per i concorsi pubblici di progettazione aggiudicati da amministrazioni aggiudicatrici sub-centrali; tale soglia si applica anche agli appalti pubblici di forniture aggiudicati dalle autorità governative centrali che operano nel settore della difesa, allorché tali appalti concernono prodotti non menzionati nell’allegato VIII;
  4. euro 750.000 per gli appalti di servizi sociali e di altri servizi specifici elencati all’allegato IX.

– appalti nei settori speciali:

  1. euro 5.350.000 per gli appalti di lavori;
  2. euro 428.000 per gli appalti di forniture, di servizi e per i concorsi pubblici di progettazione;
  3. euro 1.000.000 per i contratti di servizi, per i servizi sociali e altri servizi specifici elencati all’allegato IX.

 

primus
primus

 Clicca qui per scaricare i regolamenti europei

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *