Sicurezza sul lavoro e lavoro in nero: disponibile il piano ispettivo 2015 per il contrasto dei fenomeni di irregolarità

Pubblicato il piano ispettivo 2015 per il contrasto ai fenomeni di irregolarità che destano maggior allarme economico sociale.

La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro ha pubblicato il piano ispettivo per il 2015 per il contrasto ai fenomeni di irregolarità che destano maggior allarme economico sociale.

Tra questi spicca il fenomeno delle violazioni in materia di sicurezza del lavoro che, nel documento, compare come argomento ricorrente e costante.

Gli enti ispettivi dovranno attenersi a quanto stabilito dal documento sia per numero delle ispezioni che per argomenti da assoggettare a verifica.

L’obiettivo finale è l’accertamento ed il contrasto degli illeciti in ambito lavorativo, a tutela delle condizioni di sicurezza dei lavoratori.

Ecco il numero di ispezioni programmate per l’anno 2015 per ciascuna Regione

DIREZIONI REGIONALINUMERO AZIENDE DA ISPEZIONARE
ABRUZZO5.300
BASILICATA3.860
CALABRIA7.200
CAMPANIA12.000
EMILIA ROMAGNA11.300
FRIULI VENEZIA GIULIA   3.020
LAZIO12.600
LIGURIA  4.740
LOMBARDIA13.800
MARCHE4.900
MOLISE2.000
PIEMONTE9.200
PUGLIA13.880
SARDEGNA6.600
TOSCANA10.000
UMBRIA3.850
VALLE D’AOSTA350
VENETO7.900
TOTALE  132.500

 

DIREZIONI REGIONALINUMERO AZIENDE DA ISPEZIONARE
MILANO28.090
VENEZIA38.350
ROMA38.350
NAPOLI38.940
TOTALE  132.500

Clicca qui per scaricare il documento contenente il piano ispettivo per il 2015
Clicca qui per conoscere tutti i dettagli su CerTus-PS

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *