Sicurezza cantieri

Sicurezza sui luoghi di lavoro: il rapporto INAIL sull’andamento infortunistico

Il rapporto evidenzia un calo degli infortuni sul lavoro in Italia. In particolare, gli infortuni avvenuti e denunciati all’INAIL nel 2010 risultano essere 775.000, in calo dell’1,9% rispetto ai 790.000 del 2009.

E’ stato presentato dall’INAIL il Rapporto Annuale sull’andamento infortunistico nell’anno 2010.
Il rapporto evidenzia un calo degli infortuni sul lavoro in Italia. In particolare, gli infortuni avvenuti e denunciati all’INAIL nel 2010 risultano essere 775.000, in calo dell’1,9% rispetto ai 790.000 del 2009.

Il numero degli infortuni mortali scende sotto la soglia dei mille: sono 980, registrando un calo del 6,9% e toccando un nuovo minimo storico dal dopoguerra.
I settori che hanno maggiormente beneficiato del calo infortunistico sono

  • l’agricoltura (che ha registrato un calo del 4,8% degli incidenti e del 10% dei casi mortali);
  • l’industria (che ha registrato un calo del 4,7% degli incidenti e del 10% dei casi mortali).

Particolarmente rilevante è quello delle costruzioni, che fa registrare una diminuzione di circa 10.000 infortuni (-12,4%).
Una sensibile riduzione si registra anche nei settori portanti dell’industria pesante come la metalmeccanica, che fa registrare un calo medio del 3,5%.

Clicca qui per scaricare il Rapporto Annuale INAIL sugli infortuni

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *