Sicurezza lavori in quota, in vigore la legge regionale Friuli Venezia Giulia

Sicurezza lavori in quota, dal 21 aprile in vigore la legge regionale Friuli Venezia Giulia con gli adempimenti da adottare per ridurre il rischio di caduta dall’alto

E’ entrata in vigore il 21 aprile 2016 la legge regionale 16 ottobre 2015, n. 24 Friuli Venezia Giulia contenente “Norme per la sicurezza dei lavori in quota e per la prevenzione di infortuni conseguenti al rischio di cadute dall’alto“, pubblicata il 21 ottobre 2015 sul BUR.

Scopo della legge è quello di garantire le opportune misure di sicurezza nei luoghi di lavoro a imprese, lavoratori autonomi e committenti, ove sussista il rischio di caduta dall’alto (altezza maggiore a 2 metri rispetto al piano sottostante), ossia per lavori svolti sulle coperture di edifici privati o pubblici.

Vengono definite le opportune misure preventive e protettive da prevedere in fase di progettazione e da adottare in fase di realizzazione degli interventi edilizi soggetti a SCIA, DIA, permesso di costruire, CIL e CILA.

Per questi interventi vengono indicati gli adempimenti da adottare durante le seguenti attività:

  • transito, accesso ed esecuzione dei lavori sulla copertura
  • manutenzione e verifica
  • riparazione e installazione di impianti

Vengono inoltre indicati gli elementi da inserire nell’elaborato tecnico della copertura.

In allegato proponiamo la legge regionale con annesso allegato.

 

Clicca qui per scaricare la legge regionale Friuli Venezia Giulia 16 ottobre 2015, n. 24

Clicca qui per scaricare la versione gratuita del software per la sicurezza dei lavori in copertura

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *