Sicurezza antincendio strutture sanitarie, i chiarimenti dei VV.F.

Sicurezza antincendio strutture sanitarie, i chiarimenti dei VV.F.

 Sicurezza antincendio strutture sanitarie, ecco i chiarimenti dei VV.F. dopo l’aggiornamento della regola tecnica prevenzione incendi

Al fine di garantire un maggior livello di tutela della salute, il d.m. 19 marzo 2015 ha introdotto alcuni aggiornamenti alla regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture sanitarie pubbliche e private.

In particolare, le strutture interessate dall’aggiornamento sono le seguenti:

  • strutture che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero e/o in regime residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, con oltre i 25 posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto del Ministro dell’Interno 18 settembre 2002
  • strutture, nuove ed esistenti, che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, aventi superficie maggiore di 500 m²
  • strutture sanitarie che, per minore superficie o minor numero di posti letto, non sono soggette ai controlli dei Vigili del Fuoco ai sensi dell’allegato I del DPR 151/2011

Al riguardo i Vigili del Fuoco, con la Circolare 12580 del 28 ottobre 2015, hanno fornito indicazioni sul decreto 19 marzo 2015 e in particolare su:

  • scadenze per l’adeguamento antincendio delle strutture sanitarie esistenti in relazione alla tipologia di struttura da adeguare alle nuove previsioni
  • caratteristiche del sistema di gestione della sicurezza

Nel documento sono presenti ulteriori indicazioni riguardanti la previsione del numero di addetti antincendio ed i requisiti del responsabile tecnico della sicurezza antincendio e degli addetti antincendio.

Sono presenti anche degli esempi pratici di determinazione del numero degli addetti di compartimento.

 

Clicca qui per scaricare la Circolare 28 ottobre 2015, n. 12580, sicurezza antincendio strutture sanitarie

Clicca qui per scaricare il d.m. 19 marzo 2015

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *