Sgravi Inps edilizia, confermata la riduzione contributiva per il 2016

Sgravi Inps edilizia e riduzione contributi 11,50%, l’invio delle domande entro il 15 aprile 2017. Nella circolare le indicazioni operative per l’ammissione al regime

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha confermato (decreto del 10 novembre 2016) per l’anno 2016 la riduzione contributiva nella misura dell’11,50% per gli operai a tempo pieno del settore edile.

La riduzione contributiva a favore delle imprese edili è stata introdotta dall’art. 29 del dl 244/1995 e s.m.i.

Il beneficio consiste in una riduzione sui contributi dovuti, nella misura dell’11,50%, per le assicurazioni sociali diverse da quella pensionistica e si applica ai soli operai occupati 40 ore a settimana. Non spetta, quindi, ai lavoratori a tempo parziale.

L’Inps ha pubblicato, a riguardo, la circolare 31 gennaio 2017, n. 23, contenente le indicazioni operative per accedere all’agevolazione e un riepilogo normativo in merito.

In particolare, nel documento, viene ricordato che hanno diritto all’agevolazione contributiva i datori di lavoro classificati nei seguenti settori, per i periodi di paga da gennaio a dicembre 2016:

  • nel settore industria con i codici statistici contributivi da 11301 a 11305
  • nel settore artigianato con i codici statistici contributivi da 41301 a 41305, nonché caratterizzati dai codici Ateco 2007 da 412000 a 439909

Ecco, nel dettaglio, i contenuti del documento:

  • caratteristiche della riduzione contributiva
  • condizioni di accesso al beneficio.
  • modalità operative. Invio e gestione delle istanze e compilazione del flusso UniEmens

Ricordiamo che è possibile usufruire del benefico entro il 16 aprile 2017, avvalendosi delle denunce contributive UniEmens con competenza fino al mese di marzo 2017.

I datori di lavoro possono inviare le domande per l’applicazione della riduzione contributiva relativa al 2016 fino al 15 aprile 2017.

 

Clicca qui per scaricare la circolare circolare 31 gennaio 2017, n. 23

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *