Decoro architettonico, quando non è possibile realizzare una serra sul balcone

Decoro architettonico, la Cassazione si esprime sul caso di una serra realizzata su un terrazzo contro le regole del condominio

Il proprietario di un appartamento condominiale aveva realizzato una serra sul proprio terrazzo, dopo aver ottenuto regolare autorizzazione comunale.

Il condominio ricorreva in giudizio chiedendo ed ottenendo la rimozione della struttura, che era vietata dal regolamento condominiale in quanto alterava il decoro architettonico del fabbricato.

La sentenza della Cassazione

La Corte di Cassazione, con sentenza n.12917 pubblicata il 22 giugno 2016, conferma il giudizio maturato nei primi due gradi, ritenendo che le autorizzazioni amministrative esauriscono la loro efficacia se incidono negativamente sulle posizioni soggettive degli altri condòmini.

Inoltre, pur volendo considerare la serra come una innovazione, la Corte ribadisce quanto già espresso dall’articolo 1120 cc: “sono vietate le innovazioni che possano recare pregiudizio alla stabilità o alla sicurezza del fabbricato, che ne alterino il decoro architettonico o che rendano talune parti comuni dell’edificio inservibili all’uso o al godimento anche di un solo condomino“.

Nel caso in esame la serra altera il decoro architettonico a causa delle sue dimensioni molto rilevanti, tanto da apparire come un prolungamento dei locali interni: in definitiva, la serra deve essere rimossa.

 

Clicca qui per scaricare la sentenza della Cassazione n. 12917/2016

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *