Scatta l’obbligo delle verifiche periodiche delle attrezzature sui luoghi di lavoro

I datori di lavoro, come previsto dal Testo Unico sulla Sicurezza, dovranno obbligatoriamente sottoporre le attrezzature da lavoro a verifiche iniziali e periodiche, condotte dall’INAIL, dall’ASL, o da soggetti pubblici o privati abilitati.

Il 23 maggio 2012, dopo le tante proroghe concesse, è entrato in vigore il D.M. 11 aprile 2011 che disciplina le modalità di verifica sulle attrezzature da lavoro (riportate nell’Allegato VII) e definisce i criteri per l’abilitazione dei relativi soggetti verificatori.

I datori di lavoro, come previsto dal Testo Unico sulla Sicurezza, dovranno obbligatoriamente sottoporre le attrezzature da lavoro a verifiche iniziali e periodiche, condotte dall’INAIL, dall’ASL, o da soggetti pubblici o privati abilitati.

Ricordiamo che l’obiettivo del Decreto è quello di verificare:

  • la conformità della attrezzature alle modalità di installazione previste dal fabbricante nelle istruzioni d’uso;
  • lo stato di manutenzione e conservazione delle attrezzature;
  • il mantenimento delle condizioni di sicurezza previste in origine dal fabbricante e specifiche dell’attrezzatura di lavoro;
  • l’efficienza dei dispositivi di sicurezza e di controllo.

Clicca qui per scaricare il Decreto Ministeriale 11 aprile 2011
Clicca qui per scaricare l’elenco delle attrezzature soggette a verifica (Alleg. VII del D.Lgs. 81/2008)

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *