Scadenza urgente per i comuni: entro i primi di marzo il varo del PUGSS da allegare al Piano Regolatore

Entro la prima metà del mese di marzo i comuni con popolazione residente superiore a 30.000 abitanti (o interessati da alta affluenza turistica stagionale) sono tenuti a predisporre un “Piano organico per l’utilizzazione razionale del sottosuolo” denominato Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo (PUGSS).

Entro la prima metà del mese di marzo i comuni con popolazione residente superiore a 30.000 abitanti (o interessati da alta affluenza turistica stagionale) sono tenuti a predisporre un “Piano organico per l’utilizzazione razionale del sottosuolo” denominato Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo (PUGSS).
Il PUGSS farà parte del Piano Regolatore Generale e dovrà essere attuato “in coerenza con gli strumenti di sviluppo urbanistico”.
Tale obbligo discende dall’articolo 3 della direttiva 3 marzo 1999 della Presidenza del consiglio dei ministri (G.U. n. 58 del 11.03.99) recante “Razionale sistemazione nel sottosuolo degli impianti tecnologici” che prevedeva, appunto, la redazione del PUGSS entro 5 anni.
Il provvedimento della Presidenza del Consiglio contiene numerose prescrizioni di carattere tecnico inerenti la posa degli impianti tecnologici nel sottosuolo.

Documento Dimensione Formato
Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 marzo 1999 479 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *