Scadenza spesometro 2017, comunicazioni fino al 16 ottobre

Scadenza spesometro 2017: posticipato al 16 ottobre il termine per la comunicazione dei dati sulle fatture

Nuova scadenza per l’invio telematico della dichiarazione dei sostituti d’imposta e delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di imposta regionale sulle attività produttive, il cosiddetto Spesometro.

Viene posticipato al 16 ottobre 2017 il termine per effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre del 2017.  La proroga è prevista da un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan.

La causa delle continue proroghe è l’interruzione del servizio dell’Agenzia delle Entrate per l’invio telematico dei dati delle fatture,bloccato per problemi di violazione della privacy; la scadenza fissata per giovedì 28 settembre, poi prorogata a giovedì 5 ottobre 2017 e infine a lunedì 16 ottobre 2017.

Ricordiamo che in un comunicato l’Agenzia delle Entrate garantiva che da martedì 26 settembre il servizio web per l’invio dei dati delle fatture sarebbe stato nuovamente disponibile agli utenti, ad eccezione di alcune funzionalità, ossia:

  • modifica dei dati fattura attraverso interfaccia web
  • visualizzazione delle notifiche di esito delle sole fatture elettroniche, delle comunicazioni trimestrali IVA e quelle relative ai corrispettivi
  • la precompilazione dei dati all’interno della funzionalità di generazione dati fattura

Inoltre in caso di obiettive difficoltà per i contribuenti, sarebbe stata valutata la possibilità di non applicare le sanzioni in caso di errori materiali e/o nel caso in cui l’adempimento sia stato effettuato dopo il 5 ottobre, ma comunque entro i 15 giorni dall’originaria scadenza.

In pratica si avrebbe un congelamento delle sanzioni fino al 13 ottobre 2017, ma sempre a discrezione degli uffici locali.

 

 

Clicca qui per conoscere Factus-PA, il software per la fatturazione cartacea ed elettronica

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *