Ritardi nei pagamenti delle P.A.:arrivano i chiarimenti dall’ANCE

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha stabilito, con apposito Comunicato, quanto pagheranno le Amministrazioni che non saldano in tempo i pagamenti alle imprese.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha stabilito, con apposito Comunicato, quanto pagheranno le Amministrazioni che non saldano in tempo i pagamenti alle imprese.
Sono stati infatti definiti i tassi di mora di riferimento che saranno applicati in caso di ritardo nei pagamenti: per il periodo di riferimento dal primo gennaio al 30 giugno 2013 il tasso di riferimento ammonterà allo 0,75%; qualora la Pubblica amministrazione non rispetti i tempi di pagamento fissati dal decreto legislativo n. 192/2012 (ossia 30 giorni con una proroga a 60 giorni in certi casi specifici) scattano gli interessi moratori nella misura dell’8,75%.

In occasione dell’entrata in vigore del provvedimento, l’Ance ha predisposto una circolare destinata alle imprese che contiene prime indicazioni operative sulle modalità di applicazione delle nuove regole, particolarmente utili in assenza di circolari ministeriali.

Clicca qui per scaricare la Circolare dell’ANCE sui ritardi dei pagamenti

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *