Ristrutturazioni Edilizie: agevolazioni prorogate fino al 31 dicembre 2007. Attenzione all’indicazione in fattura del costo della manodopera

La Legge n. 296/2006 (Finanziaria 2007) ha prorogato al 31 dicembre del 2007 le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (art. 1 comma 387), che –ricordiamo- consistono nella detrazioni IRPEF del 36 per cento e nell’applicazione dell’IVA agevolata del 10 per cento.

La Legge n. 296/2006 (Finanziaria 2007) ha prorogato al 31 dicembre del 2007 le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (art. 1 comma 387), che –ricordiamo- consistono nella detrazioni IRPEF del 36 per cento e nell’applicazione dell’IVA agevolata del 10 per cento.
Il successivo comma 388, inoltre, ribadisce l’obbligo, introdotto dal D.L. Bersani (articolo 35, comma 19, del D.L. n. 223/2006), di evidenziare in fattura il costo della manodopera , in relazione agli interventi effettuati.
Per costo della manodopera deve intendersi il costo sia della manodopera impiegata direttamente sia di quella eventualmente impiegata da appaltatori o subappaltatori e da questi comunicato.
La mancata osservanza di tale obbligo comporta la decadenza dai benefici.
L’IVA agevolata del 10% si applica fino al prossimo 31 dicembre alle prestazioni che hanno per oggetto gli interventi di recupero edilizio per manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e opere di risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.
L’IVA agevolata del 10 per cento non si applica:

  • alle cessioni di beni, sia nei confronti del prestatore d’opera che del committente
  • alle cessioni di beni forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori
  • alle prestazioni di natura professionale quali, progettazione, consulenza, eccetera
  • alle prestazioni di servizi resi in subappalto alla ditta che segue i lavori.

Ricordiamo che alle prestazioni individuate dalla voce n. 127-quaterdecies della tabella A, parte terza, allegata al D.P.R. 633/72 si applica sempre l’aliquota del 10%.
Nel corso del 2006 le agevolazioni in argomento sono state così articolate:
– dal 1° gennaio 2006 al 30 settembre 2006:

  • detrazioni IRPEF del 41 per cento e IVA ordinaria al 20 per cento
  • spesa massima ammessa al beneficio era sempre di 48mila euro, riferita a ciascun contribuente ed, eventualmente, a ogni immobile.

– dal 1° ottobre 2006 al 31 dicembre 2006, poi prorogato dalla Finanziaria al 31 dicembre 2007:

  • detrazioni IRPEF del 36 per cento e IVA agevolata al 10 per cento
  • dell’importo massimo di spesa ammessa all’agevolazione ridotto a complessivi 48mila euro per ogni immobile.
Documento Dimensione Formato
Testo della Legge Finanziaria 2007 approvata in Senato 5,17 Mb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *