Rischio stress lavoro-correlato, la guida Inail aggiornata

Valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato per le aziende nella guida Inail aggiornata al 2017. Le novità del manuale e del portale

In funzione dell’aggiornamento della metodologia per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato, l’Inail ha pubblicato la nuova edizione (la precedente era del 2011) della guida “Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato”.

Ricordiamo che il dlgs 81/2008 e s.m.i. ha individuato lo stress lavoro-correlato come uno dei rischi oggetto di valutazione e, di conseguenza, di adeguata gestione da parte delle organizzazioni.

A tal proposito, l’Inail ha individuato un metodo unico integrato per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato.

L’obiettivo è quello di fornire un percorso sistematico, frutto di un lungo processo di ricerca, che permetta al datore di lavoro e agli addetti alla prevenzione in azienda, di gestire il rischio nell’ottica della semplicità e del rigore metodologico caratterizzato anche dall’utilizzo di strumenti validati.

Metodologia Inail

La metodologia Inail, oltre a fornire al datore di lavoro le modalità per effettuare la valutazione del rischio secondo il livello minimo di attuazione dell’obbligo, permette di effettuare un percorso valutativo e gestionale scientificamente corretto.

Sono previste 4 fasi:

  1. propedeutica
  2. valutazione preliminare
  3. valutazione approfondita
  4. pianificazione degli interventi

Guida Inail

Al fine di aggiornare e ottimizzare gli strumenti metodologici offerti e supportare ulteriormente le aziende che effettuano la valutazione e gestione di questo rischio, l’Inail ha aggiornato la precedente guida del 2011. Infatti, a 6 anni dalla creazione ed adozione della metodologia Inail da parte di numerose aziende, si è reso necessario integrare i risultati delle attività di ricerca con le esperienze derivanti da altre collaborazioni.

Nella pubblicazione sono illustrate le novità derivanti dall’attività di ricerca del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale su questo tema.

In particolare, tra le novità:

  • gli aggiornamenti sugli strumenti di valutazione e di supporto
  • una migliore strutturazione arricchita da box riassuntivi ed esempi relativi agli elementi chiave delle diverse fasi
  • un nuovo capitolo sulla piattaforma online e contenuti più approfonditi (anche un paragrafo sulla pianificazione degli interventi)

In particolare, nella valutazione preliminare, la lista di controllo si arricchisce di approfondimenti sulle modalità di compilazione, esempi per la nuova modalità di calcolo e note esplicative sulle dimensioni e i relativi indicatori.

Un esempio di implementazione di questa fase completa gli aggiornamenti.

Nella fase approfondita, il questionario strumento indicatore è stato oggetto di un secondo studio di validazione nazionale su un campione di oltre 60.000 lavoratori.

A proposito degli strumenti di valutazione, per la lista di controllo sono stati introdotti sia l’aggiornamento del sistema di calcolo dei risultati che nuove fasce di rischio; anche per il questionario le novità hanno riguardato l’aggiornamento dei valori soglia e delle relative fasce di rischio.

La fase conclusiva è stata aggiornata con:

  • i chiarimenti sulle modalità di interpretazione dei risultati ed individuazione degli interventi
  • la classificazione dei livelli di intervento ed esempi specifici anche legati alle dimensioni di valutazione
  • i suggerimenti per l’individuazione delle priorità di intervento e la verifica dell’efficacia
  •  l’inserimento di casi esemplificativi di implementazione di tale fase

Il portale Inail

Si rinnova anche il portale Inail che ha l’obiettivo di supportare, con strumenti scientificamente validati, le aziende nel processo di valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato, nel rispetto della normativa vigente.

Ricordiamo che registrandosi attraverso le modalità previste per gli applicativi online dell’Istituto, le aziende possono effettuare la valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato utilizzando online gli strumenti di valutazione.

Le novità riguardano:

  • la modalità di registrazione degli utenti con un accesso univoco ai servizi online
  • nuovi campi compilabili per i gruppi omogenei, come “numerosità”, “tipologia”, “prima valutazione” o “aggiornamento preesistente”
  • un nuovo sistema di calcolo dei punteggi per la fase di valutazione preliminare
  • un programma Excel scaricabile per il calcolo offline degli eventi sentinella
  • nuova modalità di visualizzazione dei risultati del report con maggiore enfasi dei livelli di rischio per singola dimensione
  • aggiornati i valori soglia delle fasce di rischio per la valutazione approfondita sono stati , in seguito ad un nuovo studio di validazione dello strumento, che sarà pubblicato prossimamente

 

Clicca qui per scaricare la guida Inail

Clicca qui per conoscere CerTus-LdL, il software per la sicurezza nei luoghi di lavoro

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *