Rischio sismico: linee guida per gli interventi sugli edifici in c.a. e per le indagini geotecniche

La Giunta regionale della Campania ha approvato le linee guida per la mitigazione del rischio sismico.

La Giunta regionale della Campania ha approvato le linee guida per la mitigazione del rischio sismico.
Tali linee guida sono state stilate, sulla base delle norme tecniche vigenti e delle conoscenze più recenti, da una commissione tecnico-scientifica composta anche da eminenti docenti universitari.
Si dividono in due distinte pubblicazioni:

  • Linee guida finalizzate alla definizione delle indagini ed analisi geologiche, geofisiche e geotecniche;
  • Linee guida finalizzate alla verifica strutturale degli edifici in cemento armato in attuazione dell’O.P.C.M. 3274/2003.

Le prime si prestano a un duplice uso:

  • alla scala della singola opera, esse illustrano i procedimenti utilizzabili per l’analisi del comportamento del sistema struttura-terreno di fondazione sotto le azioni prodotte da un evento sismico;
  • alla scala territoriale, invece, espongono i procedimenti “di buona pratica” con cui tenere conto degli effetti che le condizioni locali di sito inducono sul moto sismico.

Tra le problematiche affrontate dalla Commissione:

  • caratterizzazione dei terreni in campo sismico;
  • metodi di zonazione sismica;
  • zonazione sismica per amplificazione del moto sismico;
  • zonazione sismica per fenomeni di instabilità dei pendii;
  • zonazione per suscettibilità alla liquefazione.

Le seconde si rivolgono agli ingegneri ed agli architetti chiamati ad effettuare le verifiche tecniche strutturali degli edifici costruiti in cemento armato, nonché le progettazioni degli interventi di adeguamento sismico, miglioramento o miglioramento controllato.
Tra gli argomenti del secondo documento segnaliamo:

  • valutazione della sicurezza sismica degli edifici;
  • acquisizione dati;
  • metodi di analisi della struttura;
  • criteri di verifica;
  • criteri per la scelta dell’intervento.

In allegato sono inoltre riportate descrizioni e modalità di esecuzione di prove distruttive e non distruttive su edifici esistenti.
Secondo gli autori le seconde linee guida tracciano un “percorso guidato” nell’applicazione delle norme tecniche contenute nell’allegato 2 dell’O.P.C.M. 3274/2003, che potrà essere apprezzato anche in relazione al carattere innovativo delle norme tecniche citate rispetto a quelle previgenti.
Entrambe le pubblicazioni costituiscono un utilissimo riferimento per tutti i tecnici (campani e non), coinvolti, a vario titolo, nelle verifiche tecniche e nelle progettazioni sui singoli manufatti oppure incaricati di svolgere le attività finalizzate alla microzonazione sismica.

Documento Dimensione Formato
“Linee guida finalizzate alla definizione delle indagini ed analisi geologiche, geofisiche e geotecniche” 796 Kb PDF
“Linee guida finalizzate alla verifica strutturale degli edifici in cemento armato in attuazione dell’O.P.C.M. 3274/2003” 391 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *