Rischio da videoterminale, la guida con le indicazioni sulla postura corretta

Rischio da videoterminale: da Anfos la guida con i consigli su come usare il computer e quali posture tenere per ridurre i rischi

E’ confermato che l’utilizzo prolungato del videoterminale può causare diversi danni psico-fisici alla salute.

Ecco come organizzare l’ambiente di lavoro per ridurre al minimo il rischio da videoterminale, nell’opuscolo pubblicato dall’Anfos, Associazione nazionale formatori della sicurezza sul lavoro.

Rischio da videoterminale, opuscolo Anfos

Quali sono gli effetti legati al prolungato utilizzo dei videoterminali?

Cosa richiede la legge per tutelare il lavoratore?

Quali sono i requisiti tecnici per l’utilizzo del videoterminale e della postazione di lavoro?

Questi, in sintesi, i contenuti della pubblicazione sul tema “rischio da videoterminale”, che fa parte di una collana dedicata alla salute e sicurezza del lavoratore.

L’opuscolo ha lo scopo di fornire a datori di lavoro e lavoratori pratiche indicazioni in materia di prevenzione, formazione e informazione, diviso in 3 parti.

Dapprima analizza gli effetti legati al prolungato utilizzo dei videoterminali, ossia disturbi:

  • visivi
  • muscolo-scheletrici
  • mentali e stress

Passa, poi, ad indicare cosa prevede il dlgs. 81/208 (Titolo VII e allegato XXXIV) in riferimento a:

  • obblighi per il datore di lavoro
  • diritti del lavoratore
  • sorveglianza sanitaria
  • informazione e la formazione

Infine, affinché l’utilizzo del videoterminale e della postazione di lavoro abbiano delle caratteristiche ergonomiche, elenca alcuni parametri da rispettare per:

  • schermo
  • tastiera
  • mouse
  • sedia
  • tavolo di lavoro
  • illuminazione
  • computer portatile

 

Clicca qui per scaricare l’opuscolo Anfos

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *