Rischi da esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni, introdotti nuovi limiti

In vigore la Direttiva (UE) 2019/130 che introduce nuovi limiti di esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni per la protezione dei lavoratori

Durante lo svolgimento di determinate attività i lavoratori sono soggetti a rischi da esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni; i livelli massimi di esposizione sono stabiliti da valori limite che, nel rispetto della direttiva 2004/37/CE, non devono essere superati.

Al fine di garantire il livello più alto di protezione possibile contro alcuni agenti cancerogeni e mutageni, è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale dell’Unione europea la Direttiva (UE) 130/2019 che modifica la precedente (direttiva 2004/37/CE) ed introduce nuovi limiti di esposizione professionali.

Direttiva (UE) 130/2019

La direttiva ha come scopo la protezione dei lavoratori contro i rischi per la loro salute e la loro sicurezza derivanti dall’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni sul luogo di lavoro; a tal riguardo propone l’integrazione di valori limite di esposizione per emissioni diesel, miscele di IPA ed oli minerali per lubrificazione.

In particolare, in relazione all’introduzione di nuovi limiti di esposizione professionali comunitari, si ha:

  • emissioni si scarico da motori diesel: valore limite 8 ore pari a 0,05 mg/m3 misurato come carbonio elementare;
  • miscele di idrocarburi policiclici aromatici, in particolare contenenti benzo[a]pirene: introduzione nota skin;
  • oli minerali se sono stati utilizzati come lubrificante in motori a combustione: introduzione nota skin.

Di seguito le modifiche contenute nella nuova direttiva europea :

  • Tricloroetilene: introduzione valore limite 8 ore pari a 54,7 mg/m3, a breve e termine pari a 164,1 mg/m3 e nota skin;
  • 4,4′-metilendianilina (MDA): introduzione valore limite 8 ore pari a 0,08 mg/m3 e nota skin;
  • Epicloridrina (1-cloro-2,3-epossipropano): introduzione valore limite 8 ore pari a 1,9 mg/m3 e nota skin;
  • Etilene dibromuro (1,2-dibromoetano, DBE): introduzione valore limite 8 ore pari a 0,8 mg/m3 e nota skin;
  • Etilene dicloruro (1,2-dicloroetano, DCE): introduzione valore limite 8 ore pari a 8,2 mg/m3 e nota skin;
  • Emissioni di gas di scarico dei motori diesel: introduzione valore limite 8 ore pari a 0,05 mg/m3 misurato come carbonio elementare;
  • Miscele di idrocarburi policiclici aromatici, in particolare contenenti benzo[a]pirene: introduzione nota skin;
  • Oli minerali precedentemente usati nei motori a combustione interna per lubrificare e raffreddare le parti mobili all’interno del motore: introduzione nota skin.

La direttiva è in vigore dal 20 febbraio 2019 e dovrà essere recepita entro il 20 febbraio 2021.

 

Clicca qui per scaricare la Direttiva (UE) 130/2019

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *