Riqualificazione case popolari, in arrivo i fondi alle Regioni

Riqualificazione case popolari, in arrivo i fondi alle Regioni

Riqualificazione case popolari, pubblicato il decreto che assegna alle Regioni 493 milioni di euro per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria

Al via la manutenzione ordinaria e straordinaria degli alloggi popolari: è stato pubblicato in Gazzetta il decreto 12 ottobre 2015 , contenente Ammissione a finanziamento degli interventi e assegnazione alle regioni delle risorse per il programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni e degli Istituti autonomi per le case popolari comunque denominati.

Il provvedimento assegna alle Regioni 493 milioni di euro (agli iniziali 468 milioni di euro sono stati aggiunti altri 25 milioni di euro per piccoli interventi di manutenzione) per la realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sugli alloggi di edilizia sociale, finora inutilizzati.

Il decreto, in particolare, attua quanto previsto nel Piano Casa (d.l. 47/2014), recante Misure urgenti per l’emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l’Expo 2015, con lo stanziamento di  468 milioni di euro per il recupero di 20 mila abitazioni popolari in condizioni precarie, spronando i Comuni ad attivarsi per ottenere i fondi.

Nel programma di recupero le risorse stanziate vengono distinte in 2 linee di intervento:

  • interventi di lieve entità, di importo inferiore a 15.000 euro, finalizzati a rendere prontamente disponibili gli alloggi sfitti attraverso interventi di manutenzione e efficientamento. A questo gruppo sono stati destinati 67,9 milioni di euro
  • interventi di ripristino e manutenzione straordinaria, fino a 50 mila euro per alloggio, mediante i lavori per l’efficientamento energetico degli edifici che portino ad una riduzione almeno del 30% dei consumi registrati nell’ultimo biennio, la messa in sicurezza delle parti strutturali e l’adeguamento antisismico, la rimozione di materiali nocivi come piombo e amianto, il superamento delle barriere architettoniche, la manutenzione delle parti comuni e delle pertinenze, il frazionamento e l’accorpamento degli alloggi in considerazione delle diverse esigenze abitative. Le risorse assegnate a questi interventi ammontano a poco più di 400 milioni di euro

Ecco quanto indicato nel decreto:

  • assegnazione e trasferimento delle risorse
  • interventi ammessi a finanziamento
  • modalità di utilizzo delle risorse statali
  • modalità di trasferimento delle risorse statali
  • monitoraggio
  • responsabile dell’attuazione del programma
  • verifica degli interventi
  • revoche

Il d.m. 12 ottobre 2015 dà alle Regioni 30 giorni di tempo per adottare il provvedimento con cui si concedono i finanziamenti e trasferire le risorse ai Comuni e agli Iacp che, a partire da questo momento, avranno 60 giorni per completare i lavori di manutenzione ordinaria e 12 mesi per iniziare quelli di ripristino e manutenzione straordinaria.

 

Clicca qui per scaricare il decreto 12 ottobre 2015

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *