Ripristinata l’anticipazione del 10% per gli appalti pubblici dalla Legge del Fare

L’obbligo di anticipare il 10% dell’importo di contratto vale per i contratti di appalto relativi a lavori pubblici, affidati a seguito di gare bandite successivamente al 21 agosto 2013.

Con la “Legge del Fare” recentemente entrata in vigore, l’anticipazione dell’importo contrattuale per gli appalti relativi a lavori pubblici non è più vietata.
Il vecchio articolo 5 del D.L. 28/03/1997 n. 79, convertito in L. 28/05/1997 n. 140, infatti, prevedeva il “divieto alle amministrazioni pubbliche di concedere, anticipazioni del prezzo di contratti di appalti di lavori” pubblici.

Con l’articolo 26-ter della nuova Legge 98/2013 viene reintrodotto l’obbligo di anticipare il 10% dell’importo di contratto per i contratti di appalto relativi a lavori pubblici, affidati a seguito di gare bandite successivamente al 21 agosto 2013 (data di entrata in vigore della Legge del Fare) e fino al 31/12/2014.

In merito all’erogazione ed alle modalità di compensazione si applicheranno gli articoli 124, commi 1 e 2, e 140, commi 2 e 3, del D.P.R. 5 ottobre 2010, n.207, ad eccezione dei seguenti casi:

  • contratti di appalto relativi a lavori di durata pluriennale: l’anticipazione andrà compensata fino alla concorrenza dell’importo sui pagamenti effettuati nel corso del primo anno contabile;
  • contratti sottoscritti nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno: l’anticipazione sarà effettuata nel primo mese dell’anno successivo e sarà compensata nel corso del medesimo anno contabile.

Clicca qui per scaricare il testo coordinato del ”Decreto del Fare”
Clicca qui per scaricare il Codice Appalti aggiornato
Clicca qui per scaricare il Regolamento 207/2010

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *