Responsabilità solidale fiscale: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Il Decreto Sviluppo ha stabilito che l’appaltatore risponde in solido con il subappaltatore del versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell’Iva dovuta dal subappaltatore per le prestazioni effettuate nell’ambito del rapporto di subappalto.

L’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 2 del primo marzo 2013, interviene in materia di responsabilità solidale dell’appaltatore.
Ricordiamo che il Decreto Sviluppo (Decreto Legge n. 83/2012) ha stabilito che l’appaltatore risponde in solido con il subappaltatore del versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell’Iva dovuta dal subappaltatore per le prestazioni effettuate nell’ambito del rapporto di subappalto. L’appaltatore può sospendere il pagamento del corrispettivo fino all’esibizione della documentazione comprovante l’esecuzione degli adempimenti. Lo stesso meccanismo opera tra committente e appaltatore.

L’Agenzia delle Entrate spiega che la norma vale per i contratti stipulati a partire dal 12 agosto 2012, data di entrata in vigore del DL Sviluppo; l’eventuale rinnovo del contratto è equivalente ad una nuova stipula, quindi la responsabilità solidale deve essere applicata ai contratti che, anche se stipulati in data precedente, sono stati rinnovati dopo il 12 agosto 2012.

La responsabilità solidale si applica in tutti i settori economici e non solo in edilizia; sono esclusi dall’ambito applicativo della responsabilità solidale

  • le persone fisiche non soggetti Iva, ai sensi degli articoli 4 e 5 del D.P.R. 633/1972;
  • le stazioni appaltanti di cui all’articolo 3, comma 33, del D.Lgs. 163/2006;
  • il “condominio”, in quanto tale figura non è compresa fra i soggetti individuati agli articoli 73 e 74 del TUIR.

L’Agenzia delle Entrate,inoltre, fornisce ulteriori chiarimenti ad integrazione della Circolare n. 40/2012

Clicca qui per scaricare la Circolare 2E/2013 dell’Agenzia delle Entrate
Clicca qui per scaricare la Circolare 40E/2012 dell’Agenzia delle Entrate

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *