Responsabilità solidale appaltatore-subappaltatore: pubblicato il regolamento

E’ stato pubblicato il Decreto 25 febbraio 2008 del Ministero dello Sviluppo Economico che regolamenta la responsabilità solidale appaltatore-subappaltatore.

Il Decreto Bersani (D.L. 223/2006 convertito con L. 248/2006) ha stabilito (l’art. 35, commi 28-34) che l’appaltatore risponde in solido con il subappaltatore:

  • del versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente;
  • del versamento dei contributi previdenziali e dei contributi assicurativi obbligatori per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei dipendenti.

La responsabilità dell’appaltatore viene meno se questi verifica che il subappaltatore abbia eseguito correttamente tutti gli adempimenti citati.
Sempre in base alle disposizioni del Decreto Bersani il committente può provvedere al pagamento del corrispettivo dovuto all’appaltatore solo nel caso in cui siano stati regolarmente eseguiti tutti gli adempimenti contributivi e previdenziali dall’Appaltatore e da tutti i subappaltatori; diversamente il committente può incorrere in una sanzione amministrativa (da 5.000 a 200.000 euro).
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 del 16/04/2008 è stato pubblicato il Decreto 25 febbraio 2008 del Ministero dello Sviluppo Economico che regolamenta la responsabilità solidale appaltatore-subappaltatore.
Tale provvedimento si compone di 5 articoli e due allegati; questi, in sintesi, i contenuti:
Il subappaltatore (art.1) è tenuto a comunicare all’appaltatore il codice fiscale di ogni lavoratore impiegato. L’appaltatore, da parte sua, è tenuto ad effettuare la stessa comunicazione al committente per ottenere il pagamento del corrispettivo pattuito.
La documentazione necessaria a comprovare l’esatto versamento delle ritenute fiscali è individuata dall’art. 2; l’impresa subappaltatrice attesta l’avvenuto versamento delle ritenute fiscali mediante una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (secondo l’allegato 1 al provvedimento) e le copie delle ricevute attestanti l’avvenuto addebito, riferito al singolo subappalto oppure un’asseverazione redatta secondo le indicazioni contenute nell’allegato 2.
Il committente (art. 4) non incorre nelle sanzioni previste dall’articolo 35 del decreto legge n. 223 del 2006 con l’esibizione della documentazione o dell’asseverazione da parte dell’appaltatore all’atto del pagamento del corrispettivo.
Le nuove disposizioni, che si applicano ai contratti di appalto e subappalto di opere, forniture e servizi, entrano in vigore sessanta giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del decreto.

Documento Dimensione Formato
Decreto 25 febbraio 2008 Regolamento “Responsabilità solidale appaltatore-subappaltatore” in attesa di pubblicazione 30 Kb PDF
Allegati Decreto 25 febbraio 2008 249 Kb PDF compresso (.zip)
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *