Rent to buy, secondo il Notariato sarebbe prevista una doppia tassazione

Notariato:è ingiusta la duplice tassazione prevista dalle Entrate per il rent to buy

Il rent to buy (l’affitto con riscatto) prevede una doppia tassazione per le imposte indirette, come se si dovessero tassare due contratti, uno per la locazione e uno per la vendita preliminare.

Lo ha sottolineato il Consiglio nazionale dei notai, che ha pubblicato un documento contenente alcune note circa i chiarimenti contenuti nella Circolare 4/E del 19 febbraio 2015 dall’Agenzia delle Entrate sul rent to buy (V. art. “Rent to buy, quali le tasse da applicare al canone d’affitto e quali alla quota di anticipo prezzo?”).

Ricordiamo brevemente che il rent to buy è una tipologia innovativa di contratto con cui si prevede che il proprietario consegni subito il proprio immobile al conduttore futuro acquirente, il quale paga il canone proprio come se fosse un affitto. Dopo un determinato periodo di tempo, il conduttore può acquistare il bene, detraendo dal prezzo una parte dei canoni pagati (V. art. “Proprietari di casa senza il mutuo? Si, grazie al rent to buy. Ecco la cose da sapere sull’acquisto con riscatto”).

Secondo il Notariato, la scelta di fondo operata dall’Agenzia è stata quella di diversificare il trattamento fiscale da applicare al canone in considerazione della sua duplice funzione, ossia godimento dell’immobile e acconto prezzo. Si verrebbe a creare, quindi, una duplice tassazione, a causa della duplice tipologia contrattuale.
I notai, in estrema sintesi, affermano che sarebbe stato preferibile considerare il rent to buy come una tipologia contrattuale autonoma e unica, prevedendo perciò una sola imposta fissa di registro.
In allegato proponiamo il documento del Notariato, che consente al lettore di approfondire la questione.

Clicca qui per scaricare le note del Notariato sulla tassazione prevista per il rent to buy

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *