Classi di reazione al fuoco dei prodotti da costruzione, dal 1° aprile in vigore il nuovo regolamento UE

Classi di reazione al fuoco dei prodotti da costruzione: il nuovo regolamento europeo fissa le nuove regole e la nuova classificazione

Sulla Gazzetta europea è stato pubblicato il Regolamento UE 2016/364 sulla classificazione della prestazione dei prodotti da costruzione in relazione alla reazione al fuoco.

Il regolamento, che entra in vigore dal 1° aprile 2016, abroga la decisione 2000/147/CE dell’8 febbraio 2000 e stabilisce che “quando l’uso previsto di un prodotto da costruzione è tale da contribuire alla generazione e alla propagazione del fuoco e del fumo all’interno del locale o della zona d’origine od oltre, la prestazione del prodotto in relazione alla sua reazione al fuoco è classificata in conformità del nuovo sistema di classificazione”.

In particolare, l’allegato al Regolamento definisce le Classi di prestazioni in relazione alla reazione all’incendio per i seguenti tipi di prodotto:

  • prodotti da costruzione (ad eccezione dei pavimenti, dei prodotti di forma lineare destinati all’isolamento termico di condutture e dei cavi elettrici)
  • pavimenti
  • prodotti di forma lineare destinati all’isolamento termico di condutture
  • cavi elettrici

Per ciascun tipo di materiale viene definita la classe di reazione al fuoco (laddove per classe s’intende la gamma di livelli di prestazione di un prodotto da costruzione delimitata da un valore minimo e da un valore massimo), il metodo/i di prova, i criteri di classificazione e l’eventuale classificazione aggiuntiva.

In riferimento alle classi di prestazione dei vari materiali, il regolamento fornisce le seguenti definizioni:

  • Δt: aumento della temperatura
  • Δm: perdita di massa
  • tf: durata dell’incendio
  • PCS: potenziale calorifico lordo
  • LFS: propagazione laterale del fuoco
  • SMOGRA: tasso d’incremento del fumo.
  • FIGRA: tasso d’incremento dell’incendio
  • THR: rilascio totale di calore
  • TSP: produzione totale di fumo
  • Fs: propagazione del fuoco

Vengono, inoltre, applicati i seguenti simboli e parametri di prova:

  • HRRsm30, kW: media scorrevole su 30 secondi del tasso di rilascio di calore
  • SPRsm60, m2/s: media scorrevole su 60 secondi del tasso di produzione di fumo
  • Picco HRR, kW: valore massimo di HRRsm30 tra l’inizio e la fine della prova, senza contare il contributo della fonte di accensione
  • Picco SPR, m2/s: valore massimo di SPRsm 60 tra l’inizio e la fine della prova
  • THR1200, MJ: rilascio totale di calore (HRRsm30) dall’inizio alla fine della prova, senza contare il contributo della fonte di accensione
  • TSP1200, m2: produzione totale di fumo (HRRsm60) dall’inizio alla fine della prova
  • FIGRA, W/s: indice d’incremento dell’incendio definito come il valore massimo del quoziente tra HRRsm30, senza il contributo della fonte di accensione, e il tempo. Valori limite: HRRsm30 = 3 kW e THR = 0,4 MJ
  • FS: propagazione della fiamma (zona danneggiata in lunghezza)
  • H: propagazione della fiamma

 

Clicca qui per scaricare il Regolamento UE 2016/364 Classi di reazione al fuoco dei prodotti da costruzione

Clicca qui per conoscere AntiFuocus

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *