Ravvedimento operoso: in arrivo 20mila alert dall’AE sulle operazioni Iva 2013

Ravvedimento operoso: in arrivo dall’Agenzia delle Entrate oltre 20mila alert per imprese e professionisti per sanare le anomalie Iva 2013

In arrivo circa 20mila alert preventivi dall’Agenzia delle Entrate. Imprese e professionisti sono invitati a sanare le anomalie, tra dichiarazione e spesometro, relative alle operazioni Iva dell’anno 2013.

Le imprese e i professionisti che non hanno dichiarato (anche parzialmente) ai fini Iva le operazioni attive effettuate nel 2013, rispetto a quelle comunicate dai propri clienti attraverso lo spesometro relativo al medesimo anno, riceveranno a breve un avviso dall’Agenzia delle Entrate.

L’alert è un messaggio personalizzato contenente l’invito a regolarizzare l’anomalia emersa ricorrendo all’istituto del ravvedimento operoso.

Il vantaggio di ricevere la segnalazione è dato dalla possibilità per il contribuente di poter spontaneamente rimediare all’eventuale errore commesso, avvalendosi del nuovo ravvedimento operoso (art. 13 dlgs n.472/1997) e beneficiando di una significativa riduzione delle sanzioni.

Questo vale anche nel caso in cui la violazione sia già stata constatata o siano iniziati accessi, ispezioni o verifiche.

Le comunicazioni saranno inviate a mezzo Pec e i contribuenti potranno richiedere informazioni o fornire chiarimenti, anche tramite gli intermediari incaricati della trasmissione delle dichiarazioni, seguendo le modalità indicate nelle comunicazioni ricevute.

Nuovo ravvedimento operoso, il quadro di sintesi

Nelle seguenti tabelle viene fornito un quadro di sintesi relativo ai chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate sul nuovo ravvedimento operoso:

 

Correzione entro 90 giorni della dichiarazione annuale – Adempimenti dei contribuenti

Dichiarazione integrativa Dichiarazione tardiva
Presentare la dichiarazione corretta entro 90 giorni dalla scadenza del termine (29 dicembre per i solari) Presentare la dichiarazione entro 90 giorni dalla scadenza del termine (29 dicembre per i solari)
Versare la maggiore imposta, se dovuta, e gli interessi con decorrenza dalla scadenza del versamento Versare l’imposta, se dovuta, e gli interessi con decorrenza dalla scadenza del versamento
Versare le relative sanzioni Versare le relative sanzioni
Errori non rilevabili mediante controlli automatizzati e formali Errori rilevabili mediante controlli automatizzati e formali
euro 250 (art. 8, comma 1*), ridotta ad 1/9, ai sensi della lettera a-bis) = euro 27,78 euro 250* (articolo 1, comma 1), ridotta a 1/10, ai sensi della lettera c) = euro 25
+ +
sanzione per omesso versamento, se dovuto, ridotta secondo le misure dell’articolo 13 del dlgs n. 472 del 1997, a seconda di quando interviene il ravvedimento. sanzione per omesso versamento, se dovuto, ridotta secondo le misure dell’articolo 13 del dlgs n. 472 del 1997, a seconda di quando interviene il ravvedimento. sanzione per omesso versamento, se dovuto, ridotta secondo le misure dell’articolo 13 del dlgs n. 472 del 1997, a seconda di quando interviene il ravvedimento.
* Salvo che ricorra una diversa e più specifica irregolarità dichiarativa disciplinata dall’articolo 8.

 

Correzione oltre 90 giorni della dichiarazione annuale – Adempimenti dei contribuenti

Dichiarazione integrativa Dichiarazione omessa
Presentare la dichiarazione corretta. Il ravvedimento della dichiarazione omessa dopo 90 giorni non è possibile.
Versare la maggiore imposta, se dovuta, e gli interessi con decorrenza dalla scadenza del versamento.
Versare le relative sanzioni
Errori non rilevabili mediante controlli automatizzati e formali Errori rilevabili mediante controlli automatizzati e formali
sanzione pari al 90 % della maggiore imposta dovuta o della differenza del credito utilizzato, ridotta secondo le misure dell’articolo 13 del dlgs 472 del 1997, a seconda di quando interviene il ravvedimento sanzione per omesso versamento, se dovuto, ridotta secondo le misure dell’articolo 13 del dlgs n. 472/1997, a seconda di quando interviene il ravvedimento.
oppure
se non sono dovute imposte o non ricorre infedeltà della dichiarazione ma irregolarità della stessa, applicazione della sanzione prevista dall’articolo 8 del dlgs n. 471/1997, ridotta secondo le misure dell’articolo 13 del dlgs n. 472/1997, a seconda di quando interviene il ravvedimento.

 

Clicca qui per scaricare il Comunicato Stampa del 15 dicembre 2016

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *