In Gazzetta il nuovo decreto fiscale

Decreto fiscale 2018, ecco il testo pubblicato in Gazzetta: estensione Split payment, sterilizzazione incremento aliquote IVA, fondo garanza PMI ecc.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 242 del 16 ottobre 2017 il decreto legge n. 148 del 16 ottobre 2017 recante: disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili.

Tra le misure principali, si segnalano le seguenti:

  • neutralizzazione aumento Iva
  • sospensione dei termini per l’adempimento degli obblighi tributari e contributivi nei territori colpiti da calamità naturali
  • estensione della definizione agevolata dei carichi fiscali e contributivi
  • estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla P.A.
  • fondo garanzia PMI
  • fondo imprese
  • disposizioni urgenti per Bagnoli-Coroglio e Matera

Neutralizzazione aumento Iva

È stato bloccato l’aumento delle aliquote Iva previsto nel 2018, che sarà completamente neutralizzato con le misure  adottate dalla nuova legge di bilancio 2018.

Sospensione dei termini per l’adempimento degli obblighi tributari e contributivi nei territori colpiti da calamità naturali

Sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione nei confronti delle persone fisiche, che alla data del 9 settembre 2017, avevano la residenza ovvero la sede operativa nel territorio dei seguenti comuni:

  • Livorno
  • Rosignano Marittimo
  • Collesalvetti

Estensione della definizione agevolata dei carichi fiscali e contributivi

La misura, conosciuta come ‘rottamazione delle cartelle’, amplia la possibilità per i contribuenti che non hanno completato gli adempimenti della definizione agevolata introdotta con il dl 193/2016, di mettersi in regola e accedere alle agevolazioni previste per il pagamento del debito tributario o contributivo affidato all’agente della riscossione.

In particolare:

  • viene consentito al debitore di effettuare entro il 30 novembre 2017 il pagamento delle rate della definizione agevolata dei carichi scadute a luglio e a settembre 2017
  • viene data la possibilità di accedere alla definizione agevolata dei carichi ai debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza al 31/12/2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016. Tale facoltà può essere esercitata presentando istanza all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017. I contribuenti interessati dovranno versare entro il 31 maggio 2018 le rate non corrisposte dei piani di dilazione. In caso di mancato versamento l’istanza è improcedibile
  • si amplia il raggio d’azione della definizione agevolata che potrà essere applicata anche ai carichi affidati all’agente della riscossione dal primo gennaio al 30 settembre 2017 (la precedente ‘rottamazione’ comprendeva i carichi fino al 31 dicembre 2016). Il contribuente dovrà presentare domanda entro il 15 maggio 2018 e il pagamento delle somme dovute dovrà essere effettuato in un numero massimo di 5 rate di pari importo nei mesi di luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019

Estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla P.A.

Viene esteso lo split payment, il meccanismo della scissione dei pagamenti dell’Iva sull’acquisto di beni e servizi, strumento efficace per contrastare l’evasione fiscale e attualmente previsto per tutte le amministrazioni dello Stato, gli enti territoriali, le università, le aziende sanitarie e le società controllate dallo Stato.

Vi rientrano gli enti pubblici economici nazionali, regionali e locali, le fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche, le società controllate direttamente o indirettamente da qualsiasi tipo di amministrazione pubblica e quelle partecipate per una quota non inferiore al 70% da qualsiasi amministrazione pubblica o società assoggettata allo split payment.

Fondo garanzia PMI

Viene incrementata la dotazione del Fondo per le Piccole Medie Imprese di:

  • 300 milioni per l’anno 2017
  • 200 milioni per il 2018

Fondo imprese

Nell’ambito del fondo per la crescita sostenibile è istituito uno specifico stanziamento destinato all’erogazione di finanziamenti in favore di imprese di grande dimensione.

Possono essere concessi finanziamenti in favore di imprese che presentano rilevanti difficoltà finanziarie ai fini della continuazione delle attività produttive e del mantenimento dei livelli occupazionali.

Disposizioni urgenti per Bagnoli-Coroglio e Matera

Ai fini della continuazione degli interventi del programma di bonifica ambientale e di rigenerazione urbana dell’area di rilevante interesse nazionale nel comprensorio di Bagnoli-Coroglio, sono assegnati 27 milioni di euro per l’anno 2017.

Per interventi urgenti di bonifica ambientale e rigenerazione urbana strumentali sono trasferiti al Comune di Matera 3 milioni di euro per l’anno 2017.

 

Clicca qui per scaricare il dl n. 148/2017

Clicca qui per conoscere Factus-PA, il software per la fatturazione cartacea ed elettronica

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *