Compensazione crediti IVA, pubblicato il nuovo modello IVA TR 2017

Dalle Entrate il nuovo modello IVA TR 2017 da utilizzare per le richieste di rimborso o compensazione del credito IVA trimestrale. Ecco come procedere per la presentazione telematica

Il modello IVA TR, ossia il modello delle  comunicazioni trimestrali delle liquidazioni IVA, si aggiorna con le novità introdotte dalla Manovra correttiva (dl 50/2017).

Il dl 50/2017 (convertito dalla legge 96/2017) ha previsto, infatti, l’obbligo di richiedere l’apposizione del visto di conformità o la sottoscrizione da parte dell’organo di controllo sull’istanza da cui emerge il credito da parte dei contribuenti che intendono utilizzare in compensazione crediti per importi superiori a 5.000 euro annui.

Dovendo tener conto delle disposizioni introdotte, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il nuovo modello IVA TR per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale.

Il modello, approvato con provvedimento 4 luglio 2017, sostituisce il precedente (provvedimento 21 marzo 2016) è già utilizzabile per le richieste di rimborso del credito IVA relativo al secondo trimestre dell’anno d’imposta 2017; dovrà essere presentato entro l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento.

Ricordiamo che il modello deve essere utilizzato dai contribuenti che hanno realizzato nel trimestre un’eccedenza di imposta detraibile di importo superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di tale eccedenza ovvero intendono utilizzarla in compensazione anche con altri tributi, contributi e premi.

Provvedimento 4 luglio 2017

Il provvedimento approva, quindi, la nuova versione del modello IVA TR, disciplinandone la reperibilità, le caratteristiche tecniche e grafiche per la stampa, nonché le specifiche tecniche necessarie per l’invio dei dati contenuti nelle suddette istanze.

Presentazione telematica del modello

La presentazione del modello deve avvenire esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite gli intermediari abilitati, secondo le indicazioni riportate nell’allegato B del provvedimento in esame.

 

Clicca qui per il nuovo modello TR IVA

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *