Pubblicate le regole per la Qualificazione del General Contractor

Il D. Lgs. 190/2002, provvedimento attuativo della Legge 443/2001 (c.d. Legge Obiettivo), delega al Governo l’emanazione di uno o più regolamenti per “l’istituzione di un sistema di qualificazione dei contraenti generali, le modalità di scelta del contraente generale ed i connotati principali del relativo rapporto contrattuale…”.

Il D. Lgs. 190/2002, provvedimento attuativo della Legge 443/2001 (c.d. Legge Obiettivo), delega al Governo l’emanazione di uno o più regolamenti per “l’istituzione di un sistema di qualificazione dei contraenti generali, le modalità di scelta del contraente generale ed i connotati principali del relativo rapporto contrattuale…”.
Nella GU n. 28 del 4-2-2005 è stato pubblicato il DECRETO LEGISLATIVO 10 gennaio 2005, n.9 che istituisce, presso il Ministero delle Infrastrutture il sistema di qualificazione dei contraenti generali.
Tale sistema di qualificazione si articola in tre fasce:

  1. fino a 350 milioni;
  2. da 350 a 700 milioni;
  3. superiore a 700 milioni.

Per ottenere la qualificazione tutte le imprese dovranno dimostrare:

  • di avere un rapporto del 10% tra patrimonio netto dell’ultimo bilancio consolidato e la cifra d’affari media annua dell’ultimo triennio;
  • di aver eseguito lavori di punta pari al 40% della classifica richiesta per un lavoro, al 55% per due lavori, oppure al 65% nel caso i lavori siano tre dell’importo della classifica richiesta;
  • di rispettare le condizioni sul fatturato e sul numero dei dirigenti riassunte nella tabella che segue.
Fascia Fatturato Numero dirigenti
I >= 500 mln euro >= 15
II >= 1000 mln euro >= 25
III >= 1300 mln euro >= 40
Documento Dimensione Formato
DECRETO LEGISLATIVO 10 gennaio 2005, n.9 861 Kb ACCAreader
Allegato 81 Kb PDF

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *