Pubblicata la nuova norma UNI 10200:2018 sulla contabilizzazione del calore

Disponibile la nuova UNI 10200:2018 per la contabilizzazione del calore negli impianti di climatizzazione ed acqua calda

L’UNI, Ente Italiano di Normazione, ha pubblicato l’11 ottobre scorso sul proprio portale la nuova UNI 10200:2018 sulla contabilizzazione del calore.

La nuova norma è stata elaborata dalla Commissione Tecnica 271 “Contabilizzazione del calore” con l’obiettivo di consentire la suddivisione delle spese derivanti dall’obbligo dell’installazione dei sistemi di contabilizzazione così come definito dal dlgs 102/2014, successivamente integrato dal dlgs 141/2016 e dal dl 244/2016.

La norma stabilisce i criteri di ripartizione delle spese di:

  • climatizzazione invernale (riscaldamento)
  • climatizzazione estiva (raffrescamento)
  • acqua calda sanitaria

in edifici dotati di impianto centralizzato, provvisti o meno di dispositivi per la contabilizzazione (diretta o indiretta) dell’energia termica utile, distinguendo i consumi volontari delle singole unità immobiliari da tutti gli altri consumi.

Tra i principali aggiornamenti, individuati dal CNI, comitato termotecnico italiano, è bene citare:

  • la razionalizzazione e l’ottimizzazione dell’intera procedura di calcolo di ripartizione;
  • l’introduzione della ripartizione delle spese anche nel caso di climatizzazione estiva o raffrescamento;
  • l’introduzione di una metodologia per la ripartizione delle spese per gli edifici ad utilizzazione discontinua o saltuaria;
  • una descrizione approfondita delle condizioni di utilizzo dei ripartitori di calore nel rispetto della UNI EN 834;
  • l’introduzione di indicazioni specifiche in merito alla procedura di calcolo di ripartizione per alcuni casi particolari, come ad esempio le tubazioni correnti nelle unità immobiliari, o particolari configurazioni impiantistiche, come condomini articolati in più fabbricati;
  • l’introduzione di una gerarchia a 4 livelli per la determinazione della potenza dei corpi scaldanti nel rispetto delle UNI EN 442-2 e UNI EN 834;
  • l’introduzione delle modalità di valutazione per i fabbisogni dell’edificio e della singola unità immobiliare e per le perdite di distribuzione (Appendice D).

 

Clicca qui per conoscere TerMus-CRT il software per la contabilizzazione del calore, termoregolazione e ripartizione spese

Clicca qui per accedere al catalogo UNI

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *