Prevenzione incendi fotovoltaico: ecco le nuove regole

Prevenzione incendi fotovoltaico, i Vigili del Fuoco definiscono i nuovi criteri e le  le modalità operative in caso di aggravio del rischio incendio a seguito dell’installazione di impianti FV

In una circolare del Dipartimento dei Vigili del Fuoco la definizione di impianto incorporato, le modalità operative in caso di aggravio del rischio incendio a seguito dell’installazione dell’impianto, gli schemi grafici per la corretta installazione di pannelli FV incorporati.

L’installazione di impianti fotovoltaici, che di per sé non rientra tra le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, può costituire un rischio per la sicurezza di chi interviene per spegnere un incendio o in caso di altro tipo di incidente, aumentando il livello di rischio incendio se a servizio di attività soggette a controlli.

Il Ministero dell’Interno, Dipartimento dei Vigili del Fuoco, ha pubblicato lo scorso febbraio la Guida 2012 per l’installazione degli impianti fotovoltaici, con tensione in corrente continua non superiore a 1500 V, nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.

La guida ha costituito un valido strumento operativo a supporto dei titolari delle attività e dei progettisti degli impianti; tuttavia ci sono stati numerosi quesiti formulati al Dipartimento dei Vigili del Fuoco da parte di associazioni di categoria e liberi professionisti.

Al riguardo, il Dipartimento ha pubblicato una Circolare contenente:

  • chiarimenti e corrette interpretazioni ai punti controversi delle precedenti note, come ad esempio:
    • definizione di “impianto FV incorporato”
    • modalità operative in caso di aggravio del rischio incendio a seguito dell’installazione dell’impianto FV
    • modalità di interposizione di pannelli con classe di resistenza EI 30 tra pannelli e piano d’appoggio
  • schemi grafici per la corretta installazione di pannelli FV incorporati;
  • altri esempi.

Clicca qui per scaricare la Tabella con i chiarimenti alla Guida
Clicca qui per scaricare la Nota n. 1324 del 7 febbraio 2012
Clicca qui per scaricare la Nota n. 5158 del 26 marzo 2010
Clicca qui per conscere AntiFuocus

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *