Ecco i nuovi Samsung Galaxy S9 e S9+

Al Mobile World Congress di Barcellona sono stati presentati i nuovi Galaxy S9 ed S9+, i prodotti top di gamma di casa Samsung. Ecco i dettagli

Dopo diversi mesi di attesa, indiscrezioni e rumor, Samsung alza i veli dai suoi nuovi top di gamma: i nuovi Samsung Galaxy S9 e S9+ sono stati presentati in occasione del Mobile World Congress, la più importante fiera al mondo di telefoni cellulari che si tiene ogni anno a Barcellona.

I Galaxy S9 e S9+ sono chiari eredi dei modelli dell’anno scorso (S8 e S8+): Samsung ha lavorato per rifinirli e migliorarli, mantenendo più o meno gli stessi formati.

 

Design

Soprattutto il Galaxy S9 è esteticamente tale e quale al Galaxy S8, quasi indistinguibile a una prima occhiata. Samsung dice di avere lavorato per rendere migliore lo schermo, che ricopre quasi completamente la parte frontale del telefono fatta eccezione per due sottili bande nere in alto e in basso.

 

Il display

Il display è in entrambi i casi è un’unità SuperAMOLED con risoluzione QHD+ da 2960 x 1440 pixel: da 5,8″ con 570 ppi nel caso di S9, e da 6,2″ con 529 ppi su S9+.

 

Lo schermo è di tipo Super AMOLED con una risoluzione di 2960 x 1440 pixel, la stessa disponibile anche sul più grande S9+, ma le caratteristiche sono un po’ diverse da quelle dei precedenti modelli:

Lo schermo del Galaxy S9 è da 5,8 pollici, mentre quello dell’S9+ è da 6,2 pollici. Le misure dei telefoni sono inoltre lievemente diverse rispetto agli S8 e S8+, quindi accessori come le cover non sono compatibili con i nuovi modelli.

La fotocamera

La novità più interessante, su cui Samsung si è maggiormente soffermata durante la presentazione, è la fotocamera principale da 12 megapixel, completamente riprogettata.

 

Per la prima volta ha un’apertura del diaframma variabile che permette di gestire la quantità di luce che impressiona il sensore e di regolare in modo più accurato l’esposizione delle fotografie.

L’apertura del diaframma può essere di f/1.5 o di f/2.4  (f è la lunghezza focale), a seconda delle condizioni di luminosità.

Si segnala inoltre l’uso di un sistema “dual-pixel” rinnovato, per mettere a fuoco più velocemente gli oggetti.

E’ stata anche aggiunta una nuova funzione per riprese al rallentatore, con la possibilità di realizzarne con 960 fotogrammi al secondo, un valore davvero impressionante, che consente di effettuare montaggi slowmotion (rallentamenti) di grande impatto visivo.

Sul Galaxy S9+ la fotocamera è invece doppia, come avviene ormai da qualche tempo su smartphone di quelle dimensioni (Apple fa la stessa cosa con alcuni suoi iPhone e Google con i Pixel XL).

Il doppio obiettivo permette di scattare con un minimo di zoom e di ottenere vari effetti, come primi piani in cui lo sfondo è nettamente sfocato. L’apertura del diaframma sull’S9+ è però fissa a f/2.4.

AR Emoji

Altra grande novità sono gli “AR Emoji”, la risposta di Samsung agli Animoji di Apple.

In pratica ci si scatta una fotografia e poi un software di riconoscimento facciale trasforma la propria immagine in una sorta di avatar-emoji, che può essere personalizzato in vario modo.

Gli AR Emoji possono essere poi animati e condivisi all’interno dei propri messaggi.

Cosa c’è sotto la scocca

Sotto la scocca dei nuovi top di gamma Samsung si trova un processore SoC Exynos 9810, realizzato con processo produttivo a 10nm di seconda generazione oppure un Qualcomm Snapdragon 845 (dipende dai mercati in cui sono venduti).

Il comparto grafico può contare sulla presenza di una GPU Mali-G72, mentre i due dispositivi si differenziano per il quantitativo di memoria RAM, pari a 4GB su Galaxy S9 e ben 6GB su Galaxy S9 Plus.

Entrambi i dispositivi dispongono anche di 64GB di memoria interna espandibile tramite microSD sino a 400GB, la quale può essere sostituita da una seconda Nano SIM nel caso in cui si disponga della variante Dual SIM che giungerà nel nostro mercato.

Sempre restando in ambito radio, i nuovi Galaxy S9 sono dotati di supporto alla connettività LTE Cat. 18 e MIMO 4×4 a 1.2 Gbps in download e 200 Mbps in upload, Bluetooth 5.0, GPS, GLONASS, Galileo, BeiDou e WiFi a/b/g/n/ac Dual Band.

Per quanto riguarda le dimensioni, quelle di S9 sono pari a 147,7 mm x 68,7 mm x 8,5 mm per un peso di 163 g, mentre quelle di S9+ sono pari a 158,1 mm x 73,8 mm x 8,5 mm e peso di 189 g.

 

Entrambi hanno una memoria di 64 GB, che può essere estesa utilizzando una scheda microSD.

La batteria è da 3.000 mAh per l’S9 e da 3.500 per l’S9+.

Android Oreo e Bixby

I nuovi Galaxy S9 e S9+ utilizzano Android 8.0 (Oreo), ma con una forte personalizzazione da parte di Samsung, che ha aggiunto funzionalità e altre applicazioni.

Nonostante le critiche ricevute finora per la scarsa resa e affidabilità, l’assistente personale Bixby continua a esistere sui nuovi telefoni e promette nuove integrazioni con altri gadget e applicazioni di Samsung.

Sicurezza e biometria

Galaxy S9 e S9+ mantengono le stesse modalità di autenticazione biometrica presenti sulla famiglia S8, tuttavia il sensore di impronte digitali posteriore è ora collocato in una locazione più comoda e raggiungibile, proprio sotto alla fotocamera.

In più grazie alla nuova funzione “scansione intelligente“, gli smartphone sono in grado di combinare in modo avanzato i punti di forza della scansione dell’iride e della tecnologia di riconoscimento del viso per sbloccare il telefono comodamente e in modo rapido in qualsiasi ambiente.

Entrambi gli S9 continuano ad offrire un elevato grado di protezione contro acqua e polvere, grazie alla certificazione IP68.

Tra le altre funzionalità presenti, segnaliamo un interessante aggiornamento per Bixby, il quale ora migliora le funzionalità di rilevamento e il riconoscimento degli oggetti in tempo reale, generando istantaneamente le informazioni direttamente nella parte superiore dell’immagine che la fotocamera sta inquadrando.

Presente anche la nuova app SmartThings che consente di gestire tutti i dispositivi IoT connessi. I nuovi Galaxy S9 sono compatibili anche con la basetta DeX Pad, che permette, grazie al nuovo sistema di alloggiamento, di accedere a migliori funzionalità di modifica dei documenti o perfino giochi a schermo intero.

Con DeX Pad è anche possibile trasformare Galaxy S9 e S9+ in un computer da collegare al monitor e usarlo come mouse.

Prezzi e disponibilità

I prezzi collocano i due nuovi smartphone nella stessa categoria degli ultimi iPhone.

Il Galaxy S9 costa 899 euro, mentre il Galaxy S9+ ha un prezzo di 990 euro, per i modelli da 64 GB di memoria.

La versione da 256 GB esiste solo per il Galaxy S9+ e costa 999 euro.

I nuovi smartphone saranno disponibili nei negozi a partire da metà marzo, mentre sul sito di Samsung possono essere prenotati e acquistati in anticipo.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *