Precompilata 2019, le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Dal 15 aprile è consultabile online la dichiarazione precompilata 2019; l’invio del 730 precompilato dal 2 maggio al 23 luglio. Più semplice modificare le spese detraibili o deducibili

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che da lunedì 15 aprile è disponibile online la dichiarazione precompilata 2019, sia per chi presenta il 730 sia per chi presenta Redditi, al fine di poter essere consultata. Il contribuente e i soggetti delegati possono visualizzare la dichiarazione e l’elenco delle informazioni disponibili, con l’indicazione dei dati inseriti e non inseriti e delle relative fonti informative.

Inoltre, dal 2 maggio al 23 luglio sarà possibile l’invio via web del modello 730 che potrà essere accettato e/o integrato; mentre il modello redditi precompilato è sempre consultabile e modificabile dal 2 maggio, ma potrà essere trasmesso dal 10 maggio al 30 settembre 2019.

Tra i vantaggi per i contribuenti che accettano la precompilata:

  • il non dover più esibire le ricevute
  • il non essere più soggetto a controlli documentali.

Ricordiamo che a gennaio 2019 l’Agenzia delle Entrate aveva pubblicato il modello 730/2019 e le relative istruzioni per la compilazione.

Novità precompilata 2019

La dichiarazione precompilata che l’Agenzia mette a disposizione di circa 30 milioni di contribuenti contiene da quest’anno nuovi oneri e spese; inoltre, con la “compilazione assistita” è possibile inserire in modo facile e veloce i dati di tutto il quadro E.

Più dati pre-caricati dall’Agenzia

In crescita i dati, circa 960 milioni, inseriti dall’Agenzia; nel modello precompilato 2019 sono stati inseriti, oltre ai dati già a disposizione, i dati inviati da:

  • enti esterni (quali: studi medici, farmacie, banche, assicurazioni, università, ecc.)
  • datori di lavoro tramite le certificazioni uniche.

Oltre alle informazioni presenti gli scorsi anni, nella precompilata 2019 si aggiungono:

  • le spese su parti comuni condominiali che danno diritto al bonus verde
  • le somme versate dal 1° gennaio 2018 per assicurazioni contro le calamità, stipulate per immobili a uso abitativo.

Più semplice modificare le spese detraibili

Tra le novità della precompilata 2019 vi è la possibilità di intervenire in modalità guidata su tutti i dati del quadro E della dichiarazione.

In pratica è prevista la facoltà di scegliere la modalità di compilazione semplificata, in alternativa alla modalità tradizionale, per aggiungere, eliminare o modificare,  ad esempio, un onere detraibile o deducibile che non compare tra quelli già inseriti dall’Agenzia o modificare gli importi delle spese sostenute che danno diritto agli sconti fiscali per le ristrutturazioni, per il risparmio energetico, per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici e al bonus verde.

Una volta fatte le modifiche, sarà il sistema a ricalcolare in automatico gli oneri detraibili e deducibili, sulla base dei nuovi dati e di eventuali limiti previsti dalla legge, e a inserire il totale nei campi del quadro E.

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa 12 aprile 2019

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *