Polizza sanitaria Inarcassa 2018: buone notizie per gli iscritti non in regola

Polizza sanitaria Inarcassa 2018 per gli iscritti non in regola: ok se regolarizzano la loro posizione contributiva entro il 15 aprile 2018

Inarcassa offre una nuova opportunità ai propri iscritti esclusi dalla polizza sanitaria Inarcassa 2018 in quanto non in regola con il pagamento dei contributi alla data del 15 ottobre 2017.

Dal 1° gennaio 2018 a tutti gli iscritti Inarcassa è garantita una copertura assicurativa sanitaria base con RBM Assicurazione Salute (fino al 2021) per la fornitura del servizio sanitario che include la possibilità di effettuare una serie di prestazioni mediche preventive annuali. Inoltre, con il nuovo contratto le coperture sono state integrate con ulteriori garanzie, come ad esempio la protezione degli eventi infortunistici.

La copertura assicurativa è riservata ai professionisti in regola con gli adempimenti contributivi, in analogia con tutte le altre forme di tutela previdenziale e assistenziale; la copertura è esclusa, invece, per coloro che non sono in regola alla data del 15 ottobre di ogni anno e con effetto sull’assicurazione dell’anno successivo.

Tuttavia, Inarcassa ha comunicato che gli iscritti non in regola alla data del 15 ottobre 2017, e pertanto esclusi dalla copertura sanitaria per l’intero anno 2018, potranno essere riammessi in copertura della polizza base RBM per il secondo semestre 2018 se regolarizzeranno la loro posizione (adempimenti contributivi e dichiarativi) entro il prossimo 15 aprile. Allo stesso modo potranno, con premio a proprio carico, aderire alla polizza integrativa ed estendere le garanzie al nucleo familiare.

Gli interessati riceveranno nel corso del mese di febbraio una comunicazione con l’invito a verificare la propria posizione e a provvedere a mettersi in regola. I criteri sono quelli previsti per il rilascio del certificato di regolarità contributiva: alle scadenze già verificate il 15 ottobre 2017, si aggiungono:

  • la presentazione della dichiarazione 2016
  • il pagamento dei contributi minimi 2017
  • il pagamento del conguaglio 2016
  • il pagamento di eventuali successive rate di piani di rateizzazione

 

Clicca qui per accedere al sito di Inarcassa

Clicca qui per conoscere Compensus, il software gratuito per calcolare i corrispettivi delle prestazioni di progettazione

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *