Poliuretano espanso in edifici certificati LEED, ecco le linee guida

Pubblicate le nuove linee guida per la valutazione dei contributi legati all’impiego del poliuretano espanso rigido in edifici con certificazione LEED

Negli ultimi anni è sempre più forte la sensibilità degli operatori del settore delle costruzioni nei confronti della sostenibilità; particolare attenzione è stata rivolta al sistema di certificazione LEED (The Leadership in Energy and Environmental Design).

Ad oggi, infatti, numerosi sono gli edifici italiani dotati di tale certificazione e, in molti casi, l’impiego del poliuretano espanso rigido ha contribuito al raggiungimento del livello di sostenibilità atteso.

L’ANPE, Associazione Nazionale Poliuretano Espanso rigido, ha pubblicato le linee guida Il Poliuretano Espanso rigido e lo standard LEED v4, un utile strumento per la corretta valutazione della sostenibilità ambientale del poliuretano.

Certificazione LEED

LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità più diffuso al mondo; sviluppato negli Stati Uniti, è in rapida affermazione anche in Italia.

Si tratta di un programma di certificazione volontaria applicabile a qualsiasi tipo di edificio ed in grado di valutarne l’intero ciclo di vita: dalla progettazione alla costruzione.

La certificazione viene rilasciata all’edificio, non al singolo prodotto; tuttavia materiali e prodotti da costruzione possono contribuire in modo significativo, se conformi, ai requisiti richiesti dai crediti LEED.

La certificazione LEED v4 valuta le prestazioni dell’edifico in base ad una checklist suddivisa tra:

  • prerequisiti, obbligatori per il conseguimento della certificazione
  • crediti, opzionali e a scelta del team di progettazione

L’edificio in fase di certificazione deve soddisfare tutti i prerequisiti richiesti, in quanto obbligatori, mentre il punteggio dei crediti viene attribuito in base al livello raggiunto dai requisiti considerati, valutati secondo criteri stabiliti.

Il punteggio finale si ottiene sommando quelli conseguiti all’interno di ogni area tematica e determina il diverso livello di certificazione ottenuta.

LEED v4

La nuova versione LEED v4 è progettata per consentire una maggiore flessibilità che valorizzi l’esperienza acquisita, a livello mondiale, dagli utilizzatori dello standard.

La nuova versione:

  • si applica a nuove costruzioni e maggiori rinnovazioni, scuole, ospedali, ecc.
  • amplia l’area di contribuzione dei materiali
  • favorisce il coinvolgimento di un maggior numero di settori produttivi
  • richiede la contribuzione di almeno 20 materiali e di almeno 5 diversi produttori

Linee guida ANPE

La nuova edizione delle linee guida dell’ANPE aggiorna l’analisi di contribuzione ai crediti della nuova versione LEED v4, evidenziando i crediti dello standard LEED principalmente applicabili al settore degli isolanti termici in poliuretano espanso rigido.

L’obiettivo è quello di:

  • sostenere e contribuire alla diffusione ed applicazione del protocollo
  • evidenziare a progettisti ed utilizzatori del protocollo le possibili contribuzioni dei prodotti isolanti in poliuretano

Il documento si propone quale strumento, essenzialmente di progettazione, per la valorizzazione e condivisione delle possibili interazioni tra l’utilizzo del singolo materiale; nonché la valutazione degli impatti ambientali dell’intero sistema edificio in cui è inserito.

In pratica,  fornisce:

  • un sintetico supporto conoscitivo del LEED rating system
  • una chiave interpretativa dei crediti ai quali possono contribuire gli isolanti termici in poliuretano espanso rigido

Clicca qui per scaricare le linee guida

Clicca qui per conoscere TerMus, il software per la certificazione energetica

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *