Piano C.A.S.E.: i progetti delle fondazioni isolate

Il Dipartimento della Protezione Civile ha avviato "in via di somma urgenza" la fase di selezione di imprese per la progettazione e realizzazione degli edifici residenziali antisismici previsti dal Piano C.A.S.E. (Case Anti-Sismiche Ecocompatibili). In allegato al bando di gara sono disponibili gli elaborati grafici di dettaglio delle piastre di fondazione sismicamente isolate.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha avviato “in via di somma urgenza” la fase di selezione di imprese per la progettazione e realizzazione nel comune dell’Aquila degli edifici residenziali antisismici previsti dal Piano C.A.S.E. (Case Anti-Sismiche Ecocompatibili).
Le nuove abitazioni e i quartieri previsti dal piano. sorgeranno nelle prime 20 aree individuate nel decreto n. 6 dell’11 maggio 2009.
L’appalto prevede la costruzione di 30 lotti su piastre isolate sismicamente. Ognuno di questi sarà composto da 5 edifici, per un totale di 150 strutture.
Ogni lotto avrà un valore complessivo di 11 milioni di euro – IVA esclusa – e a ciascun contraente potranno essere assegnati fino a dieci lotti.

In allegato al bando di gara sono disponibili gli elaborati grafici di dettaglio delle piastre di fondazione sismicamente isolate.

La protezione degli edifici dagli eventi sismici avviene attraverso un sistema di isolamento posizionato alla base di ciascuna unità avente superficie totale di 1.000 mq.
Il sistema di isolamento, complessivamente costituito da 40 dispositivi, è realizzato mediante l’abbinamento di isolatori di tipo elastomerico e appoggi in teflon-acciaio.

I dispositivi in gomma conferiscono al sistema flessibilità e dissipazione energetica in caso di azione sismica, mentre gli appoggi in teflon-acciaio provvedono al supporto verticale della piastra in corrispondenza delle altre colonne, consentendo lo scorrimento in direzione orizzontale.
Il collegamento tra sovrastruttura e sistema di isolamento è realizzato per mezzo di una piastra di spessore 50 cm.
Il principio di base è progettare la struttura in modo tale che, in caso di evento sismico anche rilevante, essa possa muoversi orizzontalmente rispetto alle colonne di fondazione, senza subire deformazioni e conseguenti danni ai nuclei abitativi.
Le colonne in conglomerato cementizio armato, o in acciaio, posizionate alla base degli isolatori, ripartite su di una maglia quadrata di lato 6 m, hanno la funzione di distribuire le azioni alle strutture di fondazione.
Alla base è prevista una piastra, tale da rendere solidale tra loro il comportamento degli elementi portanti.

Sono disponibili on line:

elaborati grafici
progetto preliminare edificio tipo
bando di gara
capitolato speciale d’appalto

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *