Per la realizzazione di lavori in “zona 3” serve l’autorizzazione sismica?

Cassazione: l’autorizzazione sismica è necessaria anche per i lavori edili in “zona 3”; solo la “zona 4” è considerata a basso rischio sismico

Per l’esecuzione di lavori in zona sismica non è sufficiente il titolo abilitativo edilizio; è indispensabile la preventiva denuncia dell’intervento che si intende realizzare e il rilascio della specifica autorizzazione sismica, come previsto dagli articoli 93 e 94 del dpr 380/2001.

Gli obblighi di denuncia e autorizzazione sussistono anche nei territori a basso rischio sismico classificati come “zona 3”. Questo quanto chiarito nella sentenza di Cassazione 56040/2017.

Il fatto

Il caso in esame riguarda la condanna di una società, proprietaria di un immobile ricadente in un Comune classificato come zona sismica 3, alla pena di euro 2.000 euro di ammenda per aver realizzato 2 tettoie in legno omettendo di darne preventivamente avviso allo Sportello unico per l’edilizia.

Il Tribunale ribadiva la violazione degli obblighi di cui agli artt. 93 e 94 del dpr 380/2001 (rilascio autorizzazione sismica) anche in relazione alle opere da realizzare in zona a bassa sismicità.

Ricordiamo che la domanda per ottenere l’autorizzazione sismica, insieme a quella per il permesso di costruire, viene presentata allo Sportello unico per l’edilizia del Comune competente per territorio, ove istituito, o all’ufficio tecnico comunale, oppure al Suap, per gli edifici destinati ad attività produttive.
All’istanza va allegato il progetto esecutivo riguardante le strutture, il cui contenuto minimo è stabilito dalle singole Regioni, ma che andrà comunque redatto in conformità alle norme tecniche per le costruzioni (dm 14 gennaio 2008) e a quanto stabilito dall’articolo 93 del dpr 380/2001.

Inoltre, in mancanza della previa autorizzazione dell’Ufficio tecnico regionale, ai sensi dell’art. 98 del dpr 380/2001, veniva ordinata anche la demolizione delle opere realizzate in assenza delle prescritte comunicazioni preventive.

Avverso tale sentenza gli imputati proponevano ricorso per Cassazione.

Conclusioni

In primis, la Cassazione ricorda che in base all’art. 94 del dpr 380/2001 (Autorizzazione per l’inizio dei lavori) si ha che:

Fermo restando l’obbligo del titolo abilitativo all’intervento edilizio, nelle località sismiche, ad eccezione di quelle a bassa sismicità all’uopo indicate nei decreti di cui all’articolo 83, non si possono iniziare lavori senza preventiva autorizzazione scritta del competente ufficio tecnico della regione.

Pertanto, l’art. 94 esclude la necessità della preventiva autorizzazione scritta del competente Ufficio regionale solo per le opere da realizzare in località a bassa sismicità, indicate nei decreti di cui all’articolo 83 del medesimo dpr 380/2001.

Per la definizione dei criteri generali per l’individuazione delle zone sismiche e dei relativi valori differenziati del grado di sismicità, è stata emanata l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3274 del 20 marzo 2003. In particolare, è stato eliminato il territorio “non classificato” ed è stata introdotta la “zona 4”, nella quale è facoltà delle Regioni prescrivere l’obbligo della progettazione antisismica.

Pertanto, in mancanza di altre definizioni normative, debbano essere considerate aree a bassa sismicità solamente quelle rientranti nella zona 4, cioè quella di minor rischio sismico, per le quali è stato reso facoltativo l’obbligo di prescrivere la progettazione antisismica.

In pratica, per poter avviare i lavori in un territorio classificato “zona sismica 3” serve l’autorizzazione sismica.

 

Clicca qui per scaricare la sentenza 56040/2017

Clicca qui per conoscere EdiLus-CRS, il software per la classificazione del rischio sismico degli edifici

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *