Immagine categoria varie e brevi

Passaggio di proprietà? Per gli immobili ad uso non abitativo non è necessario il notaio

DdL Concorrenza: le transazioni al di sotto dei 100.000 euro, per immobili ad uso non abitativo, possono essere fatte dagli avvocati

Tra le novità contenute nel disegno di legge sulla Concorrenza, in materia di “Semplificazione del passaggio di proprietà di beni immobili ad uso non abitativo”, viene stabilito che l’autenticazione degli atti e delle dichiarazioni di cessione o donazione di immobili adibiti ad uso non abitativo potrà essere effettuata dagli avvocati e non più soltanto dai notai.

L’unico limite è il valore catastale degli immobili che non deve essere superiore a 100.000 euro.
Gli avvocati, per poter autenticare, dovranno essere abilitati al patrocinio e muniti di polizza assicurativa, idonea a coprire almeno il valore del bene dichiarato nell’atto.

 

Inoltre, le operazioni di autentica dovranno essere effettuate gratuitamente, salvo le spese eventualmente sostenute per le visure ipotecarie e catastali, la redazione degli atti e delle dichiarazioni, le comunicazioni dell’avvenuta sottoscrizione degli stessi agli uffici competenti che sono a carico della parte acquirente, donataria o mutuataria.

 

Ricordiamo che ad oggi il disegno di legge è all’esame delle Camere.

Clicca qui per scaricare il disegno di legge Concorrenza

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *