Sisma 24 agosto 2016: dal CNI ok al riconoscimento dei CFP per gli ingegneri agibilitatori

Anche per il 2017 è prevista l’attribuzione dei CFP per gli ingegneri agibilitatori impegnati in attività di supporto post-sisma 24 agosto 2016. I criteri di assegnazione

Il Consiglio nazionale degli ingegneri (CNI) ha comunicato (circolare 154/2017) che per gli ingegneri agibilitatori, ossia impegnati nelle attività di supporto alla verifica di agibilità con scheda AEDES, in riferimento al sisma che ha colpito il centro Italia nell’agosto del 2016, è previsto il rilascio dei CFP.

Anche per l’anno 2017 si avrà, quindi, l’erogazione dei CFP per ogni giorno di attività fino ad un massimo di 30 CFP.

In particolare ad ogni professionista, impegnato nelle attività di supporto alla verifica di agibilità e alla ricostruzione prestate per l’anno 2017, saranno attribuiti dei CFP come indicato nella circolare, ossia:

  • 3 CFP/giorno di attività (fino ad un massimo di 30 CFP) per gli agibilitatori
  • 2 CFP/giorno di attività (fino ad un massimo di 45 CFP) per i componenti dell’Ufficio Coordinamento di Rieti
  • 2 CFP/giorno di attività (fino ad un massimo di 30 CFP) per i soggetti impegnati nelle attività di Data Entry

Inoltre, viene chiarito che restano esclusi dal riconoscimento dei CFP i dipendenti pubblici che sono stati “comandati” a prestare servizio presso altra amministrazione statale o presso enti pubblici, in quanto trattasi di attività che non rientrano in quelle di volontariato di cui al dpr 194/2001.

Sarà cura dell’Ordine procedere al riconoscimento dei CFP spettanti e darne comunicazione agli interessati sulla base della documentazione che perverrà dal CNI.

 

Clicca qui per scaricare la circolare 23 novembre 2017, n. 154

Clicca qui per accedere a CFP, il portale gratuito per gestire i crediti formativi professionali

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *