Nuovamente rinviata l’applicazione delle “Norme per la sicurezza degli impianti”. Pubblicata la conversione del Decreto Legge “Milleproroghe”

La Legge di conversione del Decreto Legge 266/2004, che dispone la proroga di vari termini legislativi in scadenza, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2004.

La Legge di conversione del Decreto Legge 266/2004, che dispone la proroga di vari termini legislativi in scadenza, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2004.
Il provvedimento varato dal Parlamento contiene alcune disposizioni di notevole interesse per il settore edile, tra le quali BibLus-net segnala, in particolare:

  • Il rinvio al 1° luglio 2005 (in precedenza fissata dal 1° gennaio 2005) dell’entrata in vigore del Capo relativo alle “Norme per la Sicurezza degli impianti” del Testo Unico sull’edilizia (capo V parte II D.P.R. 380/2001) con l’esclusione degli edifici scolastici di ogni ordine e grado. (disposto dall’ art. 19 quater del D.L.)
  • Slittamento del termine per l’emanazione del Testo Unico della Sicurezza al prossimo 30 giugno 2005. (art. 6 della Legge di conversione).
  • Proroga al 31.12.2005 del termine per il completamento dell’adeguamento alle norme antincendio delle strutture ricettive esistenti. Tale proroga è applicabile alle strutture per le quali sia stato presentato il progetto di adeguamento entro il 30 giugno 2005. (art. 14 D.L.)
  • Proroga al 31.12.2005 del termine per l’emanazione delle direttive per il superamento del regime di nulla osta provvisorio di prevenzione incendi. (art. 3 D.L.)
  • L’estensione della tutela prevista per le vittime di fallimenti immobiliari prevista dalla Legge 2 agosto 2004, n. 210 “Delega al Governo per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire.” (vedi BibLus-net n. 34). Le garanzie vengono estese a coloro i quali sono stati coinvolti in fallimenti immobiliari tra l’entrata in vigore della Legge 210 (28 agosto 2004) e l’emanazione dei decreti legislativi attuativi, che dovrebbe avvenire nei primi mesi del 2005. (art. 18 bis del D. L.)
  • Il differimento al 31 dicembre 2005 del termine per la denuncia dei pozzi esistenti alla regione e alla provincia competente (ai sensi del D.Lgs. 275/1993) nonché per la presentazione delle domande di riconoscimento del diritto all’uso dell’acqua o di concessione preferenziale di cui al R.D. 1775/1933. (art. 19 octies )
Documento Dimensione Formato
Decreto Milleproroghe 219 Kb ACCAreader
Legge di conversione 306 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *