Nuova scadenza per le linee guida sul sistema di qualificazione esecutori lavori pubblici

Linee guida sul sistema di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici di importo ≥ 150 mila euro: fissata una nuova data per la scadenza delle osservazioni dopo l’approvazione del correttivo appalti

Dopo l’approvazione del correttivo al Codice dei contratti pubblici sono variate le disposizioni relative al sistema di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici di importo pari o superiore a 150 mila euro.

Lo stesso decreto è intervenuto in modifica di numerose norme del codice tra cui anche alcune disposizioni relative alla qualificazione degli operatori economici, con conseguente necessità di rivedere alcune delle scelte di regolazione prospettate nel documento posto in consultazione.

Per questo motivo è stato pubblicato dall’Anac un nuovo documento post decreto correttivo ed è stata fissata una nuova data per la consultazione on line con invio dei contributi entro il 15 giugno 2017 alle ore 18:00.

Per gli Stakeholder che avevano già fatto pervenire contributi sulla base del documento posto in consultazione, l’Anac comunica che le osservazioni ricevute saranno tenute in considerazione e che, qualora si volesse integrare quanto già inviato, potrà essere compilato un nuovo modello contenente le sole osservazioni integrative.

Linee guida Anac esecutori di lavori pubblici di importo ≥ 150 mila euro

Nel rispetto di quanto previsto dall’art. 213, comma 2, del nuovo Codice appalti l’Anac intende predisporre degli atti a carattere generale che saranno consolidati in un testo unico sulla qualificazione per garantire l’organicità e l’omogeneità della disciplina.

A tal fine, saranno predisposti 5 documenti di consultazione aventi ad oggetto le seguenti materie:

  1. Sistema unico di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici di importo pari o superiore a 150.000 euro
  2. Autorizzazione e vigilanza sulle Società organismi di attestazione
  3. Sistema unico di qualificazione del contraente generale
  4. Casi e modalità di avvalimento
  5. Proposta al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per l’individuazione di modalità di qualificazione, anche alternative o sperimentali, al fine dell’adozione del decreto di cui all’art. 84, comma 12, del codice.

Il perseguimento di tali obiettivi può intervenire anche attraverso l’utilizzazione di sistemi informatizzati di raccolta e archiviazione dei dati e della documentazione da parte delle SOA che, oltre ad agevolare la presentazione della domanda di qualificazione e la dimostrazione della sussistenza dei requisiti prescritti dalla normativa vigente da parte degli operatori economici, facilitino lo svolgimento delle verifiche di competenza da parte dell’Anac, affiancandosi ai sistemi informatici di trasmissione dei dati esistenti.

 

Clicca qui per scaricare il nuovo documento in consultazione post correttivo

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *