I Vigili del Fuoco ti diranno se ci sono incendi intorno a te, ecco la nuova app

La nuova App NotiFire permette la segnalazione degli incendi boschivi, dai Vigili del Fuoco ai cittadini

Sviluppata dalla Direzione Centrale per le Risorse Logistiche e Strumentali, Ufficio per i Servizi Informatici, la nuova applicazione per smartphone, denominata NotiFire, ha come obiettivo quello di fornire un sistema di comunicazione e di alert ai cittadini, i quali possono ricevere una notifica quando si trovino in prossimità delle aree interessate dagli incendi.

La nuova app NotiFire dei Vigili del Fuoco sarà scaricabile da parte degli utenti sia da Apple Store sia da Google PlayStore.

Si vuole, secondo il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco:

migliorare e tutelare la sicurezza degli utenti e ridurre la congestione delle linee d’emergenza quando le squadre di soccorso sono già state allertate e senza comunque sostituirsi agli organi competenti in materia di informazione ai cittadini in caso di calamità naturali  ai sensi della Legge n. 265/99, art. 12 e s.m.i.

Il nuovo servizio si basa su:

  • la nuova app, in italiano ed inglese, per i sistemi operativi iOS ed Android consisterà in un sistema di notifiche push
  • un’infrastruttura di server localizzata presso i Centri informatici di elaborazione e/o archiviazione dati

Le notifiche comprenderanno:

  • la tipologia di evento
  • un testo con eventuali consigli per l’utente
  • un riferimento geolocalizzato dell’incendio di vegetazione (di raggio circa di 10 Km)

Solo gli utenti legati a quell’area riceveranno la segnalazione, in base alla loro geo localizzazione continuamente tracciata dal sistema.

La centrale informatica otterrà l’elenco degli interventi in corso, così come censiti attraverso il software SO115 da un archivio centralizzato mediante il protocollo CAP ed il sistema LITIO.

Gli incendi boschivi: cosa sono e cosa fare

Le cause che scatenano questi eventi possono essere le seguenti:

  • autocombustione
  • inosservanza da parte dell’uomo di semplici norme di prevenzione
  • azione volontaria per rubare alla natura spazi su cui costruire o da impiegare per altri scopi.

La prima possibilità è molto rara mentre purtroppo le altre due sono quelle principali da combattere.

Il materiale combustibile è rappresentato dalla vegetazione presente che può prendere fuoco più o meno facilmente (nella stagione secca ad esempio il rischio è maggiore), il comportamento da adottare deve adeguarsi alle varie situazioni, avendo cura di non provocare inneschi che potrebbero degenerare in un gigantesco incendio.

L’innesco può essere rappresentato da una sigaretta accesa gettata oppure da un fuoco acceso per un pic-nic.

Ecco i consigli dei Vigili del Fuoco nel caso vi trovaste in un bosco investito da un incendio:

  • per scegliere una giusta direzione di fuga osservate il fumo che proviene dall’incendio: se lo vedete venirvi incontro, allontanatevi dando le spalle al vento, se il fumo si allontana, allontanatevi camminando contro vento.
  • evitate di inalare il fumo respirando attraverso un fazzoletto possibilmente bagnato.
  • dirigetevi verso eventuali corsi d’acqua
  • se la respirazione diventa difficile a causa del fumo, ricordatevi che esso non arriva mai al suolo, distendetevi a terra e respirate lentamente, tenendo il naso a livello del terreno
  • se siete nelle vicinanze di una sorgente, raggiungetela a bagnatevi tutto il corpo e i vestiti
  • fate attenzione ai focolai, alle ceppaie e ai tronchi che ardono; passando vicino ad un albero bruciato o danneggiato fate attenzione a non essere colpiti da materiale che potrebbe eventualmente cadere

 

Clicca qui per conoscere AntiFuocus il software per la prevenzione incendi

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *