Modifiche alla regola tecnica di prevenzione incendi per il rifornimento self-service di gas naturale

Dal 19 aprile in vigore le modifiche alla regola tecnica per il rifornimento self-service di gas naturale per autotrazione. In Gazzetta il decreto

Modifiche alla regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di distribuzione stradale in modalità self-service di gas naturale: in Gazzetta il decreto che integra e modifica la regola tecnica per l’autotrazione.

E’ stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 67 del 20 marzo 2019) il decreto 12 marzo 2019 del Ministero dell’Interno, contenente: Modifiche ed integrazioni al decreto 24 maggio 2002, “Norme di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione”.

Il provvedimento contiene le modifiche alla regola tecnica in merito a:

  • apparecchi di distribuzione automatici
  • segnaletica di sicurezza
  • funzionamento in modalità self-service
  • istruzioni per gli utenti del distributore asservito ad un dispositivo self-service

Apparecchi di distribuzione automatici

Per gli apparecchi di distribuzione è previsto che:

  • i distributori per l’erogazione di gas naturale per autotrazione devono essere provvisti di marcatura CE e relativa dichiarazione di conformità
  • è consentita l’erogazione contemporanea di carburanti liquidi e gassosi mediante apparecchi di distribuzione multi prodotto conformi alle disposizioni vigenti applicabili; è tuttavia vietato rifornire il medesimo veicolo con più carburanti contemporaneamente
  • devono essere dotati di giunto antistrappo sulla manichetta di carico del veicolo
  • il collegamento dell’apparecchio di distribuzione alla linea di adduzione del gas deve essere effettuato tramite una valvola di eccesso di flusso
  • devono essere collegati elettricamente a terra
  • ogni apparecchio deve fare capo ad un dispositivo di intercettazione posto alla radice dell’apparecchio stesso
  • ecc.

Segnaletica di sicurezza

Viene stabilito che:

  • è vietato accedere al rifornimento ai veicoli che non sono in possesso dei requisiti richiesti per la circolazione, compresi gli aspetti relativi alla omologazione delle bombole installate e alle relative verifiche periodiche
  • nell’area, nel raggio di 6 metri dal perimetro dell’apparecchio di distribuzione, anche all’interno dell’abitacolo, è vietato:
    • utilizzare apparati non adeguatamente protetti dal rischio d’innesco, ivi compresi i telefoni cellulari
    • fumare, anche con sigaretta elettronica
    • accendere o utilizzare fiamme libere
  • ulteriore cartellonistica deve indicare le istruzioni inerenti:
    • il comportamento da tenere in caso di emergenza
    • la posizione dei dispositivi di sicurezza
    • le manovre da eseguire per mettere in sicurezza l’impianto come, ad esempio, l’azionamento dei pulsanti di emergenza e il funzionamento dei presidi antincendio
    • l’avvertenza che il veicolo può essere messo in moto soltanto dopo che la pistola di erogazione sia stata disinserita

Funzionamento in modalità self-service

E’ consentito il funzionamento in modalità self-service presso gli impianti di distribuzione di gas di tipo presidiato, se è presente un addetto in grado di intervenire con cognizione di causa e tempestivamente in caso di emergenza, il quale deve seguire un corso antincendio per attività a rischio di incendio elevato.

Se l’impianto non è presidiato ci devono essere le seguenti condizioni:

  • gli impianti siano dotati di un sistema di videosorveglianza
  • gli impianti siano dotati di un sistema di riconoscimento dell’utente
  • gli utenti devono essere preventivamente istruiti in merito alle modalità di effettuazione del rifornimento self-service.

Istruzioni per gli utenti del distributore

In prossimità degli apparecchi di distribuzione deve essere apposta un’idonea cartellonistica indicante le seguenti informazioni ed istruzioni per l’utente:

  • il prodotto distribuito è gas naturale compresso GNC
  • il rifornimento con modalità self-service è’ consentito solo se il veicolo è dotato di connettore di tipo unificato è vietato effettuare il rifornimento self service agli utenti non preventivamente abilitati mediante adeguata istruzione
  • è vietato riempire recipienti mobili (bombole)
  • è vietato rifornire contemporaneamente il medesimo veicolo con più carburanti
  • prima del rifornimento, spegnere il motore e azionare il freno di stazionamento
  • durante il rifornimento l’utente non si deve allontanare dalla zona di rifornimento, permanendo in prossimità del pulsante di ritenuta
  • rimuovere il cappuccio anti polvere dal connettore di rifornimento del veicolo
  • collegare correttamente la pistola di erogazione al connettore di rifornimento del veicolo
  • ecc.

 

Clicca qui per scaricare il decreto 12 marzo 2019

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *